Excite

E’ già tutto pronto per il Gp di Monaco, c’è ottimismo!

Non c’è niente da fare, quando si arriva al Gp di Monaco la tensione inevitabilmente sale la tensione: siamo alla vigilia di Montecarlo, il circuito cittadino che piace, affascina ma allo stesso tempo spaventa un po’ tutti sia perché cittadino e quindi stretto, sia perché è praticamente impossibile superare e quindi le qualifiche valgono metà dell’opera.

La cosa buona è che arrivano messaggi positivi da tutti i team pronti a scatenarsi per portare a casa il gp, a partire dalla Ferrari con Montezemolo in pole position: ‘Sono fiducioso - ha sottolineato a Padova in una riunione della Fondazione Telethon - perchè so che i miei stanno lavorando molto, abbiamo fatto anche una lunghissima riunione ieri. Questo è il peggior tracciato in tal senso. Ci saranno problemi soprattutto nel Q1. Sarebbe stato bello avere un differente sistema di qualifiche per dare a ciascun pilota la possibilità di esprimersi al meglio. Penso che non sarà facile trovare un giro libero’.

Spingono anche dalla McLaren naturalmente, tanto che entrambe i piloti correranno con un casco con sopra un diamante per celebrare le vittorie dei loro piloti nei Mondiali 2008 e 2009, sperando possa essere di buon auspicio. Sicuramente Hamilton ha voglia di riscatto e spariamo di vederlo aggressivo come al solito anche nelle strade di Montecarlo, intanto fa presente che vuole vincere: ‘Ho vinto a Monaco nel 2008, indossando un casco con diamanti Steinmetz quindi spero che mi porterà fortuna anche quest'anno. Mi piace il circuito di Monaco è la più grande pista in Formula Uno. E la mia vittoria nel 2008 è stata probabilmente la migliore, uno dei più grandi momenti della mia carriera’.

Stessa storia anche per Button che vuole tenere la testa del Mondiale: ‘Ho vinto a Monaco lo scorso anno - ricorda - è stato uno dei punti culminanti della mia stagione e anche della mia intera carriera. È un posto molto speciale. È una gara che ogni giovane pilota sogna di vincere. Non vedo l'ora di tornarci. Penso che il risultato sia estremamente difficile da ottenere quest'anno perché ci sono tanti piloti molto competitivi in pista, quindi mi attendo una corsa imprevedibile’.

Chi è un po’ meno fiducioso invece è Webber, il quale difficilmente immagina che la sua Red Bull riesca a replicare l’impresa di Montmelò, ma questo è tutto da vedersi dato che questo circuito è come una lotteria: ‘E' stata una situazione eccezionale quella di dare un secondo agli altri. Non credo – confessa l’australiano - che si possa ripetere su questa pista dove il giro è breve e poi tradizionalmente i tempi sono sempre molto vicini. Basta vincere, anche con il minimo vantaggio. McLaren, Ferrari e Mercedes penso saranno molto competitive. Ma non vedo alcuna ragione per cui non dovremmo esserlo anche noi’.

Insomma si è capito che la voglia di vincere qui è tanta ma allo stesso tempo sono tutti ben consapevoli del fatto che non sarà semplice! Grande ottimismo nei principali team è il live motive di oggi, non resta che aspettare le qualifiche, a Monaco contano quasi più della corsa!

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019