Excite

E’ morto Toni Sailer, leggenda dello sci alpino

Si è spento ieri sera a 73 anni Toni Sailer, sciatore austriaco campione olimpico ai Giochi di Cortina d'Ampezzo del 1956. Vera e propria leggenda dello sci, Sailer fu il primo sciatore a vincere tre medaglie d'oro (discesa libera, slalom speciale e slalom gigante)durante le Olimpiadi di Cortina appunto: Sailer è morto a seguito di una lunga malattia che lo ha attanagliato negli ultimi anni della sua vita.

"Blitz from Kitz" (il lampo di Kitzbühel), così era chiamato, fu inoltre il quinto atleta a vincere tre medaglie d'oro nella stessa edizione dei giochi invernali. Ma la sua grande impresa rimasero i tre ori di Cortina 1956, dove vinse prima nello slalom gigante con sei secondi di distacco su Andreas Molterer, mentre è storica la vicenda del suo secondo oro arrivato nonostante si fosse presentato tardi alla gara perché non si svegliò in tempo. Infine la terza medaglia, quella in discesa libera, sancì un’Olimpiade da lui dominata, in uno sci, diverso da quello di oggi, ma capace allo stesso modo di regalare grandi emozioni. Sailer vinse altre quattro medaglie, tre d'oro ed una d' argento, ai campionati del mondo, prima di ritirarsi nel 1959.

Dopo il suo ritiro, tra il 1957 e il 1971, iniziò la sua carriera da attore prima, dove comparve in alcune commedie ambientate nelle regioni alpine neanche a dirlo sugli sci, per poi diventare dal 1972 al 1976 capo e direttore tecnico dell'Associazione Austriaca Sci. Per 19 anni fu anche di direttore di gara dell'Hahnenkamm, ruolo che ricoprì fino al 2005 prima di lasciarlo a causa della sua malattia. Il mondo dello sport si stringe attorno ad un altro grande uomo, destinato a diventare, dopo la sua morte, leggenda.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017