Excite

E’ tutto pronto: il GP di Roma è quasi vero

E’ sempre concreto il progetto che prevede di portare il Gran Premio della Formula 1 a Roma, e a confermare queste parole, in questo delicato momento di cambio degli assetti nella classe regina delle autovetture, è proprio il sindaco di Roma Alemanno parlando a margine degli Stati Generali dell'Associazione nazionale costruttori edili in corso alla nuova Fiera di Roma.

L’invito è chiaro e diretto verso tutti gli enti come la Regione Lazio e la Provincia di Roma a correre spalla a spalla con il Comune in questa situazione tanto vantaggiosa che delicata: . "Vogliamo avere una collaborazione, una convergenza anche con le altre istituzioni, Regione Lazio e Provincia di Roma. Dobbiamo essere tutti insieme perché è una bella sfida per Roma. Ne parlerò prima di tutto –continua parlando dello studio di pre-fattibilità - con il presidente Marrazzo e con il presidente Zingaretti e sono certo che valuteranno con grande attenzione questa opportunità. Saremo in competizione con formidabili concorrenti come Pechino, Londra, Parigi e Mosca – ha concluso il primo cittadino - che più volte hanno espresso la nostra stessa ambizione. Una ragione in più per raccogliere tutto il consenso possibile intorno all'iniziativa prima di proporre ufficialmente la candidatura".

Sarà inoltre una grande occasione per valorizzare la città di Roma senza considerare i risvolti turistici, come ha sottolineato il senatore Andrea Augello: "Esistono tutte le premesse per realizzare l'evento - ha proseguito Augello -, con una straordinaria ricaduta economica e occupazionale per la città. Spetta ora al Sindaco e a tutte le altre Istituzioni interessate decidere come concretizzare questa iniziativa, che si presenta come un'irripetibile opportunità di valorizzazione del polo turistico, fieristico e congressuale della Capitale e dell'intero quartiere dell'Eur".

Sarà un circuito diverso dagli altri cittadini, medio-veloce che dovrebbe toccare i 177 Km/h di media. Sarà una gara a impatto zero - commentato anche l'amministratore delegato di Fg sport, Paolo Flammini, nonché responsabile del progetto dello studio di pre-fattibilità del Gran Premio di Roma di Formula 1 - "Noi le promesse le manteniamo e questa era stata fatta nel 1984".

Ma Alemanno nelle ultimo ore ha rilasciato anche un’altra dichiarazione importante relativa al futuro di questo Gran Premio: “Non possiamo fare un Gp a Roma senza la Rossa. Non voglio neanche pensare all'idea di un Gp a Roma senza la Ferrari - ha aggiunto -. Sono assolutamente convinto che quando si correrà a Roma e anche prima, la Ferrari sarà in pista. In questi giorni ci siamo sentiti più volte con Montezemolo e il presidente mi ha confermato che il team di Maranello non vede l'ora di correre a Roma”.

Avanti con la prossima puntata della soap opera.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017