Excite

Elio Canestri sbranato da squalo Zambesi di due metri e mezzo, inutili i soccorsi per il surfista 13enne

  • Youtube

di Simone Rausi

Elio Canestri, piccolo surfista di soli 13 anni, è stato sbranato da uno squalo Zambesi lungo due metri e mezzo mentre surfava tra le onde dell’oceano Indiano. Il tragico incidente è avvenuto nelle acque proibite dell’Isola Reunion, poco distante dal Madagascar. Inutili i soccorsi, per il piccolo campione non c’è stato nulla da fare.

Le immagini del brutale attacco di uno squalo in Brasile, ragazza perde gamba.

Elio Canestri, francese a dispetto del nome italiano, era già una promessa del surf dall’indiscusso talento. L’incidente è avvenuto domenica 12 Aprile in un tratto di mare che il governo francese aveva interdetto ai bagnanti a causa dei ripetuti attacchi di squali. Le acque proibite erano diventate off limits dopo l’incredibile numero di morti: gli attacchi mortali da parte di pesce cani in quelle acque sono stati ben 16 solo negli ultimi 12 mesi e di questi 7 sono risultati mortali.

Canestri aveva deciso di sfidare le onde di Cap Homard, nella costa occidentale dell'isola Reunion, insieme a sei amici coetanei. I ragazzi però hanno dichiarato di aver perso di vista l’amico. A quanto pare il piccolo campione è stato tirato giù da uno squalo zambesi che gli ha strappato tutti e quattro gli arti. I soccorsi aerei e via mare non hanno potuto far altro che accertare la morte del ragazzino.

Illesi gli altri sei piccoli surfisti ma tutti fortemente sotto shock. Per loro è stato già richiesto un immediato supporto psicologico. Lo squalo zambesi, noto anche come Bull Shark, è considerato uno dei più feroci e aggressivi nonché il nemico principale dei surfisti in quanto predilige le acque basse.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018