Excite

Formula 1, parliamo dell’ala mobile

Oltre al ritorno del Kers, la Formula 1 quest’anno sfoggia una novità che sta facendo discutere non poco gli appassionati di motori: l’ala mobile. Questo nuovo dispositivo, montato sull’alettone posteriore e gestito autonomamente dal pilota attraverso il volante dovrebbe favorire lo spettacolo facilitando i sorpassi, e fin qui tutto bene: il punto di discussione però è tutto il regolamento che ci sta dietro e che siamo certi in stagione costerà squalifiche e ritardi ai vari piloti.

Scopri tutto sulla stagione 2011 di Formula 1

Premesso che chi sta davanti, nel momento in cui il pilota dietro attiva la sua ala mobile, può far poco o nulla per evitare il sorpasso, o almeno così sembra dalle indiscrezioni, il tutto è molto incasinato dalle regole per poter usare quest’ala:

  1. In qualifica l’ala mobile si può usare ogni volta che si vuole
  2. In gara è vietata nei primi due giri, e nel giro successivo a quello del rientro della Safety car
  3. L’ala mobile può essere utilizzata una sola volta a giro
  4. L’ala mobile si può usare solo se il pilota che ti precede sta a meno di 1 secondo
  5. L’ala mobile può essere usata solo negli ultimi 600 metri del rettilineo più lungo del Gp
  6. Insomma ricapitolando: se il pilota che segue si trova negli ultimi 600 metri del rettilineo più lungo di un determinato Gp, a meno di 1 secondo dal pilota davanti, e se ancora non l’ha utilizzata, a questo punto potrà usare l’ala mobile. Speriamo che abbiano migliorato anche i sistemi di comunicazione.

    Che ve ne pare di questa ennesima trovata arrivata direttamente dai piani alti della Formula 1?

    Guarda il funzionamento dell’ala mobile

    Foto: Omnicorse.it

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018