Excite

Alonso, l’Australia è vicina: ‘Tutto un’incognita’

Torna a parlare Fernando Alonso e, anche se in realtà in molti si aspettavano una replica alle parole contenute nella biografia di Bernie Ecclestone che ieri hanno fatto vibrare il circus della F1, si parla solo di motori: tra 2 settimane infatti (saltato il Gp del Bahrein) si parte in Australia (27 marzo), e la testa è già tutta lì.

Non c'è un riferimento chiaro su dove siamo – comincia Fernando Alonso -. Sì, siamo contenti della monoposto. Sì, la Ferrari è affidabile. Se è anche veloce lo sapremo in Australia. Lo slittamento di due settimane non cambierà molto i pieni delle scuderie. Nessuno sa in realtà come sono messi gli altri team. Quest'anno non è filtrato nulla nel paddock’.

Chi vincerà il Mondiale F1 2011? Vota nel nostro sondaggio

Una cosa è certa, almeno secondo lo spagnolo, ovvero che quest’anno c’è anche Schumi: ‘Nella lotta per il titolo la Ferrari dovrà fare sicuramente i conti con Red Bull e McLaren. Ma non solo. Dobbiamo aspettare la gara in Australia e i primi tre, quattro gran premi dell'anno. Bisognerà vedere come andrà la Mercedes: se lotterà per la pole, sarà fra i grandi rivali per il titolo. Nutro grande rispetto e ammirazione per Michael’.

Infine rimane il tempo per una battuta sui nuovi regolamenti che hanno introdotti due elementi nuovi, l’ala mobile ed il kers, tuto con lo scopo di favorire i sorpassi e lo spettacolo: ‘Sarà difficile mantenere la concentrazione per un'ora e mezza di gara –conclude, prima di parlare dell’amico Kubica - L'ho trovato bene ma annoiato perché deve trascorrere molte ore a letto senza far nulla. Ma ha voglia di tornare, vuole farlo il prima possibile e già sta contando i giorni’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018