Excite

F1, Briatore all’attacco di Toyota e Williams

E’ polemica sul Mondiale 2009 della F1 e ad agitare le acque è Flavio Briatore, boss della Renault. Nel mirino il regolamento, o meglio, alcune scuderie, precisamente Toyota e Williams, che con delle mosse non proprio corrette, avrebbero tratto vantaggio dall'utilizzo di un diverso sistema per il controllo dell'aerodinamica nella parte posteriore delle vetture. "Ci sono due regole", ha commentato polemico Flavio Briatore: "Una permette ad una scuderia di avere un certo tipo di diffusore. Ma quando altre squadre lo hanno ordinato non era più legale, è per questo che si tratta di una situazione strana che non ci aspettavamo".

Guarda le foto di Briatore ed Elisabette Gregoraci in Costa Smeralda

"C'è una regola ma se ognuno la legge a modo suo si creano situazioni bizzarre e questo non è logico. Ci sono squadre che non si comportano correttamente e non seguono le regole – continua Briatore lamentando alcune disparità nella competizione - è la telenovela di sempre. La federazione attualmente ritiene che Williams e Toyota si siano comportate correttamente individuando un 'buco' nel regolamento. Probabilmente è sbagliato, ma hanno sfruttato a loro vantaggio in modo intelligente il modo in cui è scritta la regola".

Ma non solo, anche il kers il sistema di recupero dell'energia in vigore da quest'anno, è fonte di polemica. "Non è giusto che si inizi in Australia con squadre che montano il kers e altre che corrono senza. Noi speriamo in un regolamento chiarissimo, uguale per tutti".

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017