Excite

F1, Gp Bahrain: vince Hamilton e Ferrari indietro, rabbia Montezemolo

  • Getty Images

Un monologo ancora una volta, ma con parecchie scintille: il britannico Lewis Hamilton, con la Mercedes, ha vinto il Gran Premio del Bahrain, terza gara del Mondiale di F1, davanti al compagno di squadra Nico Rosberg. Un duello innescato tra le due Mercedes che conferma la superiorità delle Frecce d'Argento. Terzo posto del podio per Sergio Perez, con la Force India. Indietro le Ferrari, ma a punti: Fernando Alonso ha chiuso al nono posto, Kimi Raikkonen al decimo.

Tutti gli aggiornamenti sulla Formula 1

Non c'è da sorridere, dunque, in casa della Rossa. "Vado via, non c'è molto da vedere. Manca però ancora qualche giro, Alonso ha le gomme nuove e speriamo bene", ha detto il presidente della Ferrari, Luca Cordero Di Montezemolo, ai microfoni di Sky Sport mentre lasciava il circuito di Manama. "La macchina non ha abbastanza potenza in rettilineo, c'è molto da lavorare. Forse per oggi mi aspettavo qualcosa in più", ha aggiunto il numero uno di Maranello.

Ai piedi del podio si è fermata la rimonta di Daniel Ricciardo, 13/o in griglia con la sua Red Bull, mentre il quinto posto è andato alla seconda Force India di Nico Hulkenberg, che ha preceduto la Red Bull del campione del mondo Sebastian Vettel. Settima e ottava le Williams di Felipe Massa e di Valtteri Bottas, che hanno tenuto dietro le due Ferrari.

"Oggi è andato tutto bene: partenza, pit stop, strategia ma non siamo ovviamente soddisfatti del livello di performance. Abbiamo molto da lavorare ma sono convinto che i test di martedì e mercoledì qui saranno già molto utili - ha commentato Fernando Alonso, parlando di vettura in crescita - Le aree dove dobbiamo migliorare sono chiare, abbiamo un piano aggressivo e lavoreremo giorno e notte perchè non facciamo abbastanza bene".

"Ho avuto una gara difficile. Una pessima partenza che ha complicato tutto e poi la macchina non è abbastanza veloce. Ci vorrà tempo per rimediare - ha, invece, spiegato Kimi Raikkonen -Ci manca la velocità dobbiamo migliorare su questo. Ci vorrà del tempo per avvicinare gli altri team, ma ci arriveremo". Il Mondiale di Formula 1 tornerà tra due settimane, per il Gran Premio in Cina.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019