Excite

F1, il vero Gp si corre in tribunale

Ci siamo, il futuro della Formula 1 è appeso ad un filo, filo che rischia di rompersi in una delle aule del Tribunal de Grande Istance, al numero 4 di Boulevard du Palais, dove si è svolto il processo sulla sentenza sospensiva chiesta dalla Ferrari in merito alle nuove norme della Fia.

Per domani alle 14 è attesa la sentenza, che avrà un ruolo cruciale in questi giochi di potere tra la Fia e la Fota o tra Mosley e Montezemolo, come si preferisce, in quanto si deciderà sulla sospensiva chiesta dalla Ferrari in merito alle nuove norme della Fia, e le due parti non mai state così lontane, lontane e arrabbiate.

La Fia inoltre ha contestato il ricorso della Ferrari che non potrebbe ricorrere ad un tribunale civile essendo una questione prettamente sportiva, mentre la Ferrari ha replicato secca che si tratta di una controversia commerciale e che quindi ne ha tutto il diritto, in quanto le decisioni della Fia delle modifiche del regole manto violerebbero il Patto della Concordia del 2005 che prevedeva che nessuna variazione tecnica al regolamento si sarebbe potuta adottare senza il consenso o il contributo delle squadre.

Basta così? Certo che no…La Fia attacca la Ferrari dicendo che se avesse voluto esprimere diritto di veto avrebbe dovuto farlo in occasione del Consiglio Mondiale dello scorso 29 aprile, accusa alla quale la Ferrari risponde che li si presentava solo come Commissione F.1 e non come Ferrari, insomma un gran bel pasticcio.

Cosa accadrà? Gli scenari possibili sono due: se il tribunale dovesse dar ragione alla Ferrari allora le due parti dovrebbero sedersi ad un tavolo e mettersi d’accordo sul futuro della F1 e magari su un regolamento che vada incontro a tutti, se dovesse invece dar ragione alla Fia l’unica soluzione sarebbe la spaccatura.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017