Excite

F1, in Spagna per la Ferrari ultima chance

Sferzata d’ottimismo si, ma con i piedi ben piantati per terra. Domenica alle 14 prenderà il via il Gp di Spagna, sul circuito del Montmelò, nei pressi di Barcellona, proprio per questo chiamato Gp di Catalunya. La Ferrari è pronte, o almeno spera che la F60 B sia all’altezza della sfida, spera si, perché di fondo, questa vettura tutta nuova non è mai stata collaudata per davvero e c’è pure il rischio che non vada come ci si aspetti, cosa che metterebbe la parola fine su questo Mondiale, almeno per la scuderia di Maranello.

Leggi l’articolo con tutte le novità montate sulla Ferrari F 60 B

Ieri era il giorno di Raikkonen che si è detto fiducioso, specie perché le maggiori modifiche saranno apportate proprio alla sua di macchina, oggi invece tocca a Felipe Massa, che come rima cosa ci ha tenuto a ribadire il fatto che di politica in Formula 1 non se ne può più. "Io sono per una Formula 1 con più sport e meno politica. Quella in cui i piloti lottano per la vittoria e i tifosi che escono contenti. Le squadre ormai non sono più qui solo per correre - spiega il brasiliano nella giornata che apre il week end del Gp di Spagna - ma per il business".

Si parla poi di macchine e prestazioni, ma Massa è realistico: “La macchina è migliorata, ma vincere sarebbe un miracolo, ma vedere una macchina più competitiva sarebbe un bel premio per tutti quei ragazzi con cui in queste settimane abbiamo lavorato giorno e notte".

Finalmente anche la Ferrari monterà un diffusore, anzi due, senza contare tutte le altre novità tecniche della vettura, e ancora Massa intervene sulla vicenda augurandosi prestazioni migliori ora che l’auto dovrebbe essere competitiva: “Abbiamo un grosso buco nel diffusore come quello che le altre auto avevano già. Abbiamo anche altre novità a livello di aerodinamica, non soltanto il diffusore. Spero che questo possa garantirci una buona performance e migliorare la situazione”.

Il punto è che non c’è solo la Ferrari. Se infatti la McLaren era fino a ieri un po’ avanti nella preparazione della macchina, che tutto sommato con Hamilton stava trovando un assetto sempre migliore, bisognerà vedere quali modifiche avrà apportato per star dietro ad un Ferrari che vorrebbe tanto mettere le freccia e salutare, Brawn Gp permettendo che come ha dichiarato recentemente Ross Brawn non è stata con “le mani in mano” ma anzi a sviluppato alcune migliorie decisive. In tutto questo ci sono anche le due Toyota e la Red Bull di Vettel, che fino a ieri era un fenomeno e che deve dimostrare che non ha vinto per caso sotto la pioggia, senza dimenticarci di quella bestia nera di Alonso, che ormai vive con il dente avvelenato.

Appuntamento imperdibile domenica con la Formula 1 passando per le prove del week end, alla fine del Gran Premio di Spagna si capirà quante possibilità rimangono alla Ferrari.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017