Excite

Massa domina a Jerez, ma la Ferrari si arrende alla Ford

51 giri bastano a Felipe Massa per aggiudicarsi il miglior tempo nella prima giornata di test di Jerez della Frontera, validi per il Mondiale 2011 ma soprattutto buoni per le prove di aerodinamica e lo studio della gomme Pirelli, ma anche per ricordare a Robert Kubica che tutta la F1 è con lui, con scritte di incitamento su tutte le macchine.

In tutto questo brasiliano chiude in 1'20’’709 davanti alla Sauber di Perez, mentre 3° è Mark Webber a bordo della Red Bull n°2, a precedere un’altra Toro Rosso, quella di Daniel Ricciardo; poi c’è Hamilton che che sta testando la nuova McLaren e come primo giorno un 5° posto a 1’’2 da Massa certamente non è molto incoraggiante, ma comunque era il primo test in pista e si attendono miglioramenti.

I tempi: 1. Felipe Massa (Bra) Ferrari 1'20’’709; 2. Sergio Perez (Mex) Sauber 1'21’’483; 3. Mark Webber (Aus) Red Bull 1'21’’522; 4. Daniel Ricciardo (Aus) Toro Rosso 1'21’’755; 5. Lewis Hamilton (Gbr) McLaren 1'21’’914; 6. Jaime Alguersuari (Spa) Toro Rosso 1'22’’689; 7. Adrian Sutil (Ger) Force India 1'23’’472; 8. Vitaly Petrov (Rus) Renault 1'23’’504; 9. Nico Rosberg (Ger) Mercedes 1'23’’963; 10. Jarno Trulli (Ita) Lotus 1'24’’458; 11. Timo Glock (Ger) Virgin 1'25’’086; 12. Pastor Maldonado (Ven) Williams 1'34’’968.

E a proposito di attese si aspettava anche una decisione per quanto riguarda il nome della Ferrari, la Ford infatti l’aveva citata per ‘plagio’ dato che uno dei più celebri pick-up del colosso automobilistico americano si chiama proprio F-150: ebbene la Ferrari si è arresa, aggiungerà un ‘th’ nella sigla ufficiale.

E’ stata inviata una lettera di risposta alla Ford, sottolineando che la sigla F150 (in onore del 150° anniversario dell’Unità d’Italia) non è nè mai sarà il nome di un prodotto commerciale ma, come sempre nella storia della Scuderia – spiega una nota da Maranello -, rappresenta la nomenclatura di un progetto di una vettura da competizione ed è legata ad un ordine cronologico, a motivazioni tecniche o, in casi eccezionali, a particolari ricorrenze. Detto questo, a ulteriore riprova della buona fede e della correttezza dell'operato della Ferrari, è stato deciso di eliminare e far eliminare in ogni sede la denominazione abbreviata e di utilizzare sempre quella completa di Ferrari F150th Italia’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018