Excite

Kubica, intervento concluso: ‘La mano è viva’

7 ore di interevento per tentare di salvare la mano destra di Robert Kubica, pilota della Lotus Renault F1 che ieri pomeriggio è rimasto vittima di un terribile incidente nel corso della prima prova speciale del 2° rally Ronde di Andora: ‘La mano è viva’, questo il primo responso.

Guarda le immagini del terribile schianto di Robert Kubica

Ad operarlo il professor Igor Rossello del centro regionale di chirurgia della mano, un lavoro incredibilmente lungo, una vera e propria ricostruzione microchirurgica, poiché il pilota rischiava nei primi momenti addirittura una doppia amputazione delle mani.

A questo punto tutto è in bilico, in primis la carriera in F1 sulla quale nessuno se la sente di sbilanciarsi, quel che è certo è che come minimo servirà almeno un anno di recupero: ‘Stavamo percorrendo i primi quattro chilometri della prima prova speciale – ha raccontato Jacub Gerber, il navigatore polacco di Robert Kubica -. Io guardavo le note e non mi sono accorto che l'auto sbandava. Solo al momento dell'impatto ho visto Robert che si teneva un braccio e dopo pochi istanti ha perso conoscenza. Robert non è solo un grande pilota è un amico. Spero solo che si possa riprendere presto’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018