Excite

F1, passo indietro. Ecclestone “Nuove regole solo dal 2010”

“Il nuovo sistema sarà introdotto il prossimo anno”. Con questo comunicato di Bernie Ecclestone ha fatto ufficialmente dietro front, e con lui anche Max Mosley sulla questione delle modifiche al regolamento introdotte solo venerdì scorso.

A questo punto la vicenda inizia ad assumere delle sfumature a dir poco comiche, e deve far riflettere sulla profonda crisi che sta attraversando la F1. A seguito delle proteste dei team e dei piloti che si sono susseguite per tutti questi giorni, tutto rimarrà invariato, quindi niente più assegnazione del titolo a chi vince di più, ma si ritorna alla classica assegnazione dei punti, tutto questo però solo per quest’anno, perché questa nuova regola verrà introdotta in ogni caso nel 2010, ovvero nella prossima stagione.

La Fia venerdì scorso si era limitata a dire in un comunicato che “se per una qualsiasi ragione le scuderie di F1 non sono d'accordo con il nuovo sistema, questo slitterà al 2010”, e alla fine è successo proprio questo. “Questo progetto sarà sostenuto dalla Fia, inserito nel regolamento e applicato l'anno prossimo” ha detto Bernie Ecclestone ai microfoni della BBC, ed ha continuato “per modificare il regolamento quando le iscrizioni sono chiuse, c'è bisogno dell'accordo unanime di tutti i partecipanti. Ma alcuni non apprezzavano questa idea”.

Tutto sommato deluso Ecclestone per la mancata introduzione del nuovo regolamento già da quest’anno, infatti avrebbe reso il tutto più spettacolare “È logico, nella gara dei 100 metri non si guarda certo il secondo, ma chi vince - conclude Ecclestone - L'idea è che i piloti si battano sempre per vincere i gran premi, e che non si accontentino di arrivare secondi o terzi solo per prendere punti. Anche Lewis Hamilton lo scorso anno ha preso il secondo posto in gare che poteva vincere”. Si dovrà aspettare.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017