Excite

F1, Schumacher: tutti con lui, situazione grave, alle 12 nuovo bollettino

  • Getty Images

La notta è passata e ora tutto il mondo sportivo e non solo aspetta le 12, quando all'ospedale di Grenoble verrà diramato un nuovo bollettino medico. Gli amici di tante battaglie in pista pregano, i tifosi si ritrovano perché Michael Schumacher non può fare scherzi.

Nell'ospedale di Grenoble il sette volte campione del mondo di Formula uno, rimasto gravemente ferito dopo la caduta sugli sci sulle Alpi francesi, lotta tra la vita e la morte. Le sue condizioni restano molto critiche nel reparto di rianimazione dove i medici stanno facendo di tutto per salvarlo. Ma dire se ce la farà è impossibile. La diagnosi è stata chiara: nella caduta ha riportato "lesioni emorragiche cerebrali diffuse" a seguito di un "grave traumatismo". Ancora tutta da definire invece la prognosi. I medici infatti non si sbilanciano, la situazione e' talmente grave da rendere difficili le previsioni: "E' impossibile dare percentuali di sopravvivenza". Le prossime ore saranno decisive, per capire se ce la può fare e quali eventuali danni ha riportato il suo cervello.

"Lavoriamo ora per ora, cerchiamo di guadagnare tempo e ci aspettiamo i primi risultati delle cure", concludono prima di tornare in reparto. Al "blindatissimo" quinto piano del padiglione Chartreuse, tra le pareti grigie e arancio, sono accorsi i parenti più stretti del campione. L'inseparabile moglie Corinna che in una nota scarna ha voluto "ringraziare le persone che da tutto il mondo hanno espresso vicinanza e un augurio di pronta guarigione a Michael". Un grazie, in attesa che il re della Formula Uno si risvegli, "all'equipe medica che sappiamo ha fatto tutto il possibile per aiutare Michael".

Tutto il mondo prega per Schumi. Fuori dal grande ospedale di Grenoble sono spuntati i cappellini rossi dei tifosi arrivati da Germania, Francia e Italia per far sentire tutto il loro affetto a un pilota che ha scritto la storia dello sport, e non solo quello dei motori.

Anche a Maranello si prega per lui. "Sono ore di apprensione per tutti alla Ferrarida quando si è saputo dell’incidente a Michael Schumacher. - si legge in una nota della scuderia - In particolare il presidente Luca di Montezemolo, anche tramite il team principal della Scuderia Stefano Domenicali, è in contatto costante con la famiglia e le persone vicine al campione tedesco alle quali lo stesso Montezemolo ha voluto mandare un pensiero di vicinanza e incoraggiamento in un momento così difficile con la speranza di avere presto notizie migliori".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019