Excite

F1, si riunisce la Fia: 24 ore decisive

Ci siamo!Si apre oggi a Place della Concorde numero 8, nella sede della Fia di Parigi, il processo intentato da Ferrari, Renault, Red Bull e Bmw contro BrawnGP, Williams e Toyota, per decidere finalmente questi diffusori siano regolari rispetto al regolamento tecnico. Ed era pure ora.

Adesso chi rischia è Button, c’è infatti la possibilità che vengano cancellate le due vittorie del pilota inglese, ma questo lo si saprà solo domani pomeriggio, e soprattutto si saprà se questi diffusori alla fine saranno legalizzati oppure no.

A sostenere la Ferrari in questa lotta il consulente Rory Byrne, dal responsabile dell’aerodinamica Nikolas Tombazis e dagli avvocati Henry Peter e Nigel Tozz, quindi solo il meglio per una vicenda sulla quale ruotano i sacrifici di un’intera stagione, come aveva evidenziato anche Flavio Briatore qualche giorno fa: “E’ assurdo che piloti che fino all’anno scorso non erano nessuno ora si ritrovino a gareggiare per il mondiale, piloti dal valore indiscutibile e strapagati navighino infondo alla classifica”, ed in effetti qualcosa di strano c’è…cosa però, lo si saprà solo domani, se tutto va bene.

Per la Fia solo tre soluzioni possibili: 1) confermare la decisione dei commissari di Australia e Malesia; 2) dichiarare illegale il diffusore rivoluzionando l’arrivo dei due GP (a Melbourne vincerebbe Fernando Alonso, in Malesia Nick Heidfeld); 3) decidere di mettere fuori legge il diffusore ma soltanto dalla Cina in poi. Ora è tutto in mano ai giudici, una volta a decidere le sorti delle gare erano solo i piloti.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017