Excite

F1, Webber: ‘Ho perso il titolo per la mia spalla rotta’

Mark Webber come Valentino Rossi, ovvero con una spalla rotta. E’ questa la dichiarazione che il pilota australiano ha voluto condividere attraverso la pubblicazione del suo libro 'Up Front - 2010, A Season To Remember', dopo aver detto poco o nulla a seguito della batosta Mondiale inflittagli dal suo compagno di squadra Vettel.

Insomma dietro alla sua sconfitta ci sarebbero problemi fisici, per di più mai comunicati alla scuderia e che si sarebbero manifestai proprio nel momento decisivo della stagione (a 11 punti di vantaggio su Alonso), tutto per colpa di un giro in mountain bike: ‘All'improvviso – racconta Webber che stava facendo un giro in bicicletta insieme ad un suo amico - lui è caduto davanti a me. Non potevo andare da nessuna parte. Ho riportato la frattura della spalla destra, che in gergo viene definita la frattura dello sciatore’.

Problemi su problemi per il povero Mark, anche se questa bella storiella puzza un po’ di scusa per motivare un insuccesso dovuto soprattutto alla ‘strizza di vincere’, e così a raccontare che 2011 sarà in casa Red Bull ci pensa Sebastian Vettel uno che la paura neanche sa cosa sia: ‘Abbiamo iniziato la stagione che non eravamo campioni e l'abbiamo chiusa da campioni, questo dimostra che la cosa più importante è avere una meta, un obiettivo da inseguire. E noi vogliamo tornare ad essere ancora campioni – racconta Sebastian Vettel ad Autosport, che poi parla anche di Mark Webber - A volte si sono create delle situazioni complicate, nessuno di noi due è stato felice di quanto successo in Turchia, ma alla fine non abbiamo però avuto problemi personali. Dopo l'ultima gara di Abu Dhabi ci siamo fermati a parlare, abbiamo scoperto di avere opinioni diverse, ma questo è normale. Abbiamo sempre dato il massimo per superarci e la prossima stagione sarà lo stesso. Io voglio batterlo e se lo chiedete anche a lui, vi risponderà con le stesse parole’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019