Excite

Fausto Coppi, a 50 anni dalla sua morte un mito sempre presente

Sono state circa 30mila le persone che si sono presentate a Castellania, piccola paesino nei pressi di Alessandria, per celebrare il 50° anniversario della morte di Fausto Coppi, eroe del ciclismo, nato e vissuto sulle colline tortonesi e scomparso in seguito ad una malattia mortale contratta presumibilmente nel suo viaggio in Africa.

I figli Marina e Faustino, gli amici, i gregari delle sue corse Carrea, Favaro, Corrieri e una folla impressionante di persone, tutte riunite per celebrare un uomo, no, un mito, ancora ben presente negli animi di tutte le persone che ne hanno goduto le gesta o che anche solo ne hanno sentito parlare con tanto ardore.

Tanta gente e tanto rispetto per Coppi: a ricordarlo c’erano anche il figlio del suo avversario più illustre Andrea Bartali (figlio dell’intramontabile Gino) e altri suoi avversari del passato, ora memorie viventi di emozioni su due ruote, Francesco Moser e Motta, ma anche esponenti politici, come il ministro Bondi. Tutti per celebrare un solo uomo che per la nostra nazione è riuscito da solo a scrivere da solo un pezzo di storia.

Chi scrive conosce bene le storie di Fausto Coppi: essendo stato il mio bisnonno un abile riparatore di biciclette ("Ciclo" lo chiamavano a Rivalta Scrivia) e da sempre caro amico del campione, spesso Fausto si recava a trovare i miei nonni per alcune riparazioni alla sua bicicletta e per assaggiare, come dice ancora mia nonna, “il coniglio con le patate della nonna che gli piaceva tantissimo…”. Dai ricordi della mia famiglia mi è sempre sembrato in qualche modo di conoscere questo uomo, anche se in realtà a ricordarmelo c’è solo una foto di lui insieme a mio nonno Ciclo nel garage di Rivalta Scrivia, una foto che però racconta quel campione più di mille parole.

Forse è proprio questo che manca ai campioni di oggi, quell’umanità di uomo cresciuto sui campi di grano e sulla sua bicicletta che però non dimenticava mai le sue origini: nonostante i viaggi, le corse e la gloria eterna, di un campione d’altri tempi, quello che più rimane è la memoria di un uomo, che quando viene celebrato nella sua terra, ancora riesce a strappare qualche lacrima tra i sorrisi di chi lo ricorda. Grazie Fausto!

 (foto © LaPresse)

Rivivi le battaglie di Coppi attraverso la musica di Gino Paoli

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017