Excite

Federer fa il re, Serena Williams sconfitta dopo i proclami

Quando il gatto non c’è i topi ballano. Certo definire Roger Federer un topolino spaventato forse è eccessivo, visto anche come ha lottato contro Gael Monfils prima di conquistarsi l’accesso alla sua ventesima semifinale consecutiva negli Slam(l’ultima sconfitta risale al 2004 quando perse al terzo turno contro Gustavo Kuerten), ma è indubbio che l’uscita di Nadal dal Roland Garros di Parigi abbia notevolmente allentato la tensione dei nervi di dello Svizzero.

Si perché quando sai che prima o poi arriva Nadal i brividi ti assalgono già prima di incontrarlo facendo perdere la concentrazione necessaria, cosa che invece non è accaduta ieri all’ex numero 1 del mondo che in 3 set è riuscito a superare il francese Gael Monfils, ritrovando quella sicurezza che lo ha sempre contraddistinto, concedendo poco e recuperando laddove veniva commesso qualche errore. Nadal non c’è e se Federer vuole vincere uno Slam questa è un’occasione più unica che rara, vietato sbagliare, specie nella semifinale dove ad attenderlo ci sarà l’argentino Juan Martin Del Porto.

Guarda questa photogallery dedicata alle bellezze del Roland Garros

E a proposito di errori ecco cadere Serena Williams. Proprio lei che ieri dichiarava “le donne sono più forti degli uomini”, senza poi considerare i suoi proclami di gloria di un mesetto fa “Sono io la vera numero 1, il pubblico lo sa e lo vedrà al Roland Garros”, eccola cadere a picco contro la Kuznetsova per 7-6 5-7 7-5, non regalandoci l’atteso match che in tanto stavamo aspettando contro Dinara Safina, la vera numero 1, che invece ha già raggiunto le semifinali insieme a Dominika Cibulkova, Samantha Stosur e Svetlana Kuznetsova appunto. A questo punto si prospetta una finale tutta russa.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017