Excite

Federica Pellegrini, polemica premi Roma 2009. Fin risponde: Cifre già erogate

  • Getty Images

"Questo è quello che ho guadagnato vincendo 2 mondiali con 3 record del mondo in una sola edizione. Fate voi!". Un tweet polemico per Federica Pellegrini che questa mattina si è sfogata con tutti i suoi followers sui premi ratificati dalla Fin dei Mondiali di nuoto di Roma del 2009. La campionessa azzurra, per la doppietta iridata nei 200 e 400 stile con annessi record del mondo avrebbe ricevuto 3000 euro complessivi secondo quanto ha scritto questa mattina la Gazzetta dello Sport.

"Nel consiglio federale pre vacanze, ratificati i premi relativi al 2009. Clamorosamente Federica Pellegrini (Aniene) percepirà 3000 euro per i successi in 200-400 sl ai Mondiali di Roma", si legge nel pezzo della Gazzetta. "Sono felice che sia ufficiale - ha scritto ancora la Pellegrini postando anche la foto dell'articolo - Mi spiegheranno anche perché".

Non si è fatta attendere la risposta della Federazione italiana nuoto che con un comunicato ha specificato che i premi per i Mondiali del 2009 sono stati erogati già nel 2010, e quanto all'entità quella stabilita prima di ogni rassegna internazionale. Gli ori di Roma valevano oltre trentamila euro. "La Fin stabilisce ogni anno agonistico una tabella premi a favore degli atleti che si classificano nei primi posti della competizione internazionale - si legge nella nota stampa della Fin - e ha già erogato agli atleti interessati, i premi relativi ai campionati del mondo di Roma 2009, europei di Budapest 2010, campionati del mondo di Shanghai 2011, Europei di Debrecen 2012 e Olimpiadi di Londra 2012, per i piazzamenti non coperti dai contributi del Coni. Gli importi sono comunicati alla vigilia della manifestazione. I premi stabiliti e comunicati per i mondiali di Barcellona 2013 per il settore nuoto, in linea con quelli degli anni precedenti, ammontano a 35.000 euro per il primo posto, 18.750 euro per il secondo, 11.250 euro per terzo, 4.000 euro per il quarto, 3000 euro per il quinto, 2500 euro per il sesto, 1500 euro per il settimo e 1000 euro per l'ottavo".

La Federazione, poi, ha chiarito che nell'ambito dell'attività di alto livello vengono riconosciuti degli incentivi: e qui il nodo che ha scatenato la polemica, perché Alessia Filippi per le due medaglie vinte a Roma ha percepito 20 mila euro. "In ragione dell'andamento finanziario- aggiungono dalla Federazione - e al fine di premiare ed incentivare le società per i risultati ottenuti dai propri atleti tesserati, la federazione ha riconosciuto anche per gli anni 2009, 2010, 2011 e 2012 contributi alle società per l'attività di 'alto livello' riferiti ai risultati dei loro atleti tesserati. In al tal senso vengono adottati parametri oggettivi in considerazione di un eventuale tesseramento per società militari e di assistenza continua presso Centri Federali. Inoltre la Fin, in ragione di casi particolari, ed in ragione di attività organizzativa o di sostegno di carattere tecnico, logistico e sanitario, può erogare contributi specifici qualora si renda necessario e nell'interesse della Federazione stessa, col fine di poter garantire le condizioni ideali di preparazione e di partecipazione adeguata degli atleti di interesse nazionale".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017