Excite

Federica Pellegrini vince e sfiora record dorso agli Assoluti di Riccione, ora i Mondiali

  • Getty Images

Nuota a pancia in su, ma rimane sempre la numero uno. Perché nell'acqua lei è la regina, e vuole ricordarlo al mondo se ce ne fosse bisogno. Nel suo anno sabbatico, ma mica poi tanto, Federica Pellegrini non ha abbandonato la vasca, e agli Assoluti primaverili di Riccione, dopo il successo nei 100 dorso, ha conquistato il titolo anche nei 200 con un tempo da veterana.

La Fede nazionale ha chiuso in 2'08''05, sotto il tempo limite iridato (2'09''50) e ha staccato il pass per i Mondiali di Barcellona in programma a fine luglio. E non è tutto: la campionessa azzurra ha sfiorato il record italiano per appena 2 centesimi: miglior tempo di sempre nuotato con il costume in tessuto, pronta a puntare al primato di Alessia Filippi che risale ai Giochi del Mediterraneo di Pescara 2009. “Sono sorpresissima del tempo– ha spiegato la campionessa mondiale e olimpica dei 200 stile libero, primatista mondiale di 200 e 400 sl - Speravo di ottenere il tempo limite, ma tentare il record italiano lo ritenevo un sogno. Questo risultato è frutto degli allenamenti di Philippe Lucas, della preparazione fisica con Matteo Giunta, della mia costanza e dei consigli di Roberta Ioppi. Mi è sempre stata vicina con tanti piccoli suggerimenti da quando ho iniziato questa avventura. Sto nuotando il dorso per divertimento. Sono contenta per il pass iridato. Poi a Barcellona vedremo che succederà”.

Grande soddisfazione anche per Stefania Pirozzi, che ha vinto i 400 misti, con il tempo di 4'39''79, centrando il limite per Barcellona.

Ad applaudire la Pellegrini e gli altri azzurri il presidente del Coni, Giovanni Malagò: “È come sempre un piacere essere qui- ha detto - Sono tanti anni che non perdo questo appuntamento. I primaverili qualificano alla manifestazione internazionale: desideravo anche stare vicino ai miei ragazzi del CC Aniene. E poi avevo promesso a Federica Pellegrini di assistere ai 200 dorso”.

Il vicecapo della Polizia vicario, prefetto Alessandro Marangoni, infine, si è congratulato con gli atleti delle Fiamme Oro che hanno vinto la staffetta maschile 4x100 stile stabilendo anche il nuovo primato italiano: un plauso “oltre che per l'affermazione sportiva anche per il fatto che gli atleti hanno voluto dedicare la vittoria alla memoria del capo della Polizia Antonio Manganelli, esprimendo così anche i comuni sentimenti dell'intera Polizia di Stato”.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020