Excite

Federica Pellegrini si racconta

“Sono una persona normale, anch'io ho le mie debolezze”. Comincia così l’intervista realizzata dal Corriere della Sera alla campionessa di nuoto Federica Pellegrini, reduce dall’ennesimo record, l’ennesima vittoria. Questo quinto record (Melbourne (200 sl), Eindhoven (400 sl), Pechino (200 sl), Riccione (200 sl), Rijeka in vasca corta) era davvero inaspettato e anche Federica lo conferma senza troppi problemi, «A Riccione, dopo il riscaldamento, Luca mi ha sussurrato: ‘‘Oggi fai il record, ed io gli ho risposto che ero stanca e che quindi era impossibile riuscirci. Quando ho visto 1'54''47 sono stata io la prima a stupirmi».

Leggi l’articolo e guarda la photogallery del record del mondo di Federica agli Assoluti di Riccione

Una Pellegrini che si sente in una favola, e che parla del suo problema ai blocchi di partenza dei 400 «Il record non elimina quel problema, però so che si verifica solo per i 400 sl. E qui voglio dire che non è paragonabile a quanto mi è successo all'Olimpiade e poi, dopo, a Genova. Lì sono stata male, veramente», problema che puntualmente si è ripresentato anche a Riccione «Stavo bene, è stato solo un fatto psicologico. Ho ammesso di avere qualche problema con i 400. Però mi è dispiaciuto non farli. Ma non sono lunatica e non è che un giorno uno sta bene e un altro male. Su questa faccenda ci stiamo lavorando e spero che la risolveremo».

Una ragazza di vent’anni che ha bruciato molte tappe per dedicarsi al nuoto, ma che «Non rimpiango nulla, ma è chiaro che per essere una ragazza di vent'anni avrei potuto divertirmi di più, ma il divertimento è anche in quello che fai e negli obbiettivi che ti dai. Per me il divertimento è nuotare, per un altro ballare. Comunque a me non succederà mai di annoiarmi, smetto un attimo prima che accada».

Una Pellegrini che sa bene quanto vale e che ha ben chiari il suoi progetti futuri, specie uno questa estate «Sono la prima nuotatrice italiana a vincere un oro olimpico, sono la prima a fare un record del mondo in casa. Nessuna come me, e alzando gli occhi. C'è il Mondiale a Roma, ci tengo molto ».

Infine una domandina di gossip sul suo fidanzato Luca Marin, infatti ct Castagnetti non è molto d’accordo su questa relazione, ma lei è molto decisa «Gli ho dimostrato a colpi di primati e medaglie che non mi avrebbe danneggiato. Vedrete Luca ai Mondiali e poi lui mi aiuta, sa leggere tutti i miei segni ».

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017