Excite

Fia, Todt-Vatanen: una poltrona per due

Oggi è un giorno decisivo per la Formula 1, infatti scaduto il mandato di Max Mosley, purtroppo o per fortuna a vostra discrezione, la Federazione Internazionale dell'Automobile è chiamata ad eleggere il nuovo Presidente, carica che sono in due a giocarsi: il francese Jean Todt ed il finlandese Ari Vatanen.

Due personaggi molto diversi, che in comune hanno da sempre la passione per i rally: il primo grande uomo Ferrari ma prima anche campione del mondo costruttori e co-pilota nel campionato di rally, il secondo iridato nel Mondiale del 1981 e vincitore di 3 Parigi-Dakar alla Peugeot del quale Todt era direttore sportivo; insomma uomini d’esperienza e di competenza, con programmi differenti ma con le idee molto chiare.

La votazione si effettuerà a maggioranza assoluta decisa tra il numero dei votanti e si cercherà di far si che l’elezione sia effettiva già alla prima tornata di votazioni, nel caso questo non fosse possibile (dato che la maggioranza assoluta si ottiene da almeno la metà più uno dei voti) allora si passerà ad una seconda votazione. Il tutto oggi in Place de la Concorde, a Parigi, dove ogni delegato esprimerà la sua preferenza scrutinata in separata sede sotto la supervisione di scrutatori proposti dai due candidati alla presidenza e designata dall'Assemblea Generale.

Le indiscrezioni sono chiare sulla concreta possibilità che sia Todt a succedere a Mosley, portando di fatto un’altra Presidenza francese dopo quella di Jean-Marie Balestre che precedette il Presidente uscente appunto, ma quel che conta per sportivi e tecnici del carrozzone F1 è che una stagione come questa non si debba più ripetere. Quindi in bocca al lupo ad entrambi con la profonda speranza che con questa elezione la Formula 1 torni ad essere uno sport uscendo finalmente dalla aule dei tribunali.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017