Excite

Finale di East Conference: welcome to Mi-ami!

Notte scaccia pensieri per LeBron James che a fine match (che gli vale l’ultimo punto per la finale di Conference) ricorsa quando lo scorso anno Boston sbattè fuori i suoi Cavs: Celtics, fine della corsa. Oklahoma aguadagna un altro punticino sui Grizzlies, ne manca solo uno.

Nba, ecco i tabelloni delle semifinali dei play off Nba 2011

Ecco tutti i match ed i risultati dei play off Nba 2011

MIAMI HEAT-BOSTON CELTICS 97-87 (Miami vince la serie 4-1)

Non manca nulla a LeBron James per gustarsi una super notte che vale la finale della East Conference. Per lui, nell’ultimo match contro i Boston Celtics, ci sono 33 punti, solo Wade fa meglio (34), e la soddisfazione di aver eliminato da vero protagonista gli odiati rivali che lo scorso anno lo sbatterono fuori dai play off in gara 5 per 120-88.

Quest’anno però con gente come Wade e Bosh di fianco la storia è cambiata, ed è lui ad inginocchiarsi al centro del parquet per festeggiare un successo arrivato sul punteggio di 97-87: ‘In quel momento mi è tornato tutto alla mente - spiega James -. Finalmente sono riuscito a superare quest'ostacolo e questa squadra. L'estate scorsa ho deciso di venire qui a Miami perché so quanto sia importante la 'squadra' in questo gioco. In quel momento mi è tornato in mente tutto. Potrei stare qui per due ore a raccontarvi tutto quello che mi è passato per la testa. E' stato un momento di grandissima emozione. Sono contentissimo di aver superato questo ostacolo insieme alla mia squadra’.

Fine dei giochi per Bpston che ancora una volta non riesce a centrare l’obiettivo anello, però chi non si arrende è coach Doc Rivers: 'Sono un Celtic. E amo i miei ragazzi. Voglio vincere ancora qui. Sono molto competitivo e ho un gruppo molto competitivo. Vedremo. Al momento l'idea è quella di tornare’.

OKLAHOMA CITY THUNDER-MEMPHIS GRIZZLIES 99-72 (Serie: 3-2)

Finisce con un vantaggio molto prezioso l’altra sfida della notte tra Oklahoma City e Memphis Grizzlies, con I Thunder appunto vincenti per 99-72. Si risposano un po’ Durant (19) e Westbrook (11), due che fino ad ora hanno dato davvero tantissimo e scendono in scena un pò tutti gli altri compagni di squadra che come formichine un punto dopo l’altro materializzano il successo di questa notte: finiscono in doppia cifra anche Mohammed (10) e Cook (18), bella prove per Collinson e Perkins.

Per Memphis manca la brillantezza di Randolph a ravvivare un gioco fatto di poche idee, ed i suoi 9 punti finali la dicono tutta sull’andazzo del match; chi ci prova sempre è Gasol che piazza 15 punti e cerca di tenersi aggrappato al treno che porta alla finale, ma la notte dice ‘Thunder’.

Foto: Nba.com

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020