Excite

Fisichella sulla Ferrari ci sta benissimo: “Pronto per Monza”

Quando meno te lo aspetti eccoti il Fisico! Diciamo la verità, il fatto che ci sia un pilota italiano sulla Ferrari fa venire ancora più voglia di accendere la tv e guardarsi un Gran Premio, specie se poi il Gran Premio in questione sarà quello di Monza; ricapitoliamo: week tutto italiano con gli occhi del mondo puntati su un italiano che guida una macchina italiana… Uau!

Fisichella in Ferrari, una scelta giusta? Partecipa al sondaggio

Non c’è tempo per test su rettilinei o sciocchezze simili, Fisichella è un pilota esperto, ed il su e giù senza curve, permesso dal regolamento non è cosa per lui, così sottolineano da Maranello: "Inutile perdere tempo, uno come Fisichella non saprebbe che farsene di un test così". E allora via di interviste, per tranquillizzare tutti, anche quei tifosi che, giustamente un po’ scettici, vogliono sentirsi più tranquilli sulla scelta fatta dal Cavallino.

"Mi aspetto di dare il contributo alla Ferrari per quello che vogliono da me, ovvero che con la mia esperienza e costanza possa contribuire a portare più punti possibili insieme a Kimi per arrivare terzi nel mondiale costruttori", e bravo Fisico! Ora rimane solo la curiosità: a conti fatti Giancarlo viene da team minori, e sulla renault non è che abbia fatto questi grandi risultati, c’è da capire come si sentirà sulla Ferrari con il kers a spingere sotto di lui.

Ma per questo c’è tempo, oggi è ancora il momento di godersela e ringraziare quelli che lo hanno voluto: "Ringrazio il presidente Montezemolo, che ha voluto fare questa scelta, Stefano Domenicali e gli altri componenti della squadra – spiega Fisichella - cercherò di fare il possibile per ripagarli. Mi trovo a Monza a correre per la Ferrari, un fine settimana stravolgente, con molta pressione, ma è una pressione che mi darà una spinta. Tutti i miei parenti e amici saranno li a tifare per me e sono eccitato dalla voglia di guidare venerdì mattina. Monza mi agevolerà? E' un circuito che conosco bene, ci corrò dal '92 da quando ero in F.3. E' una pista che permette di avere la possibilità di pensare cosa fare prima di una frenata in curva essendoci rettilinei molto veloci. Un po' mi agevola".

"Il primo contatto l'ho avuto mercoledì scorso, un giorno prima della conferma e lì ho cominciato a sperarci veramente tanto – continua il pilota romano -. Ci ho pensato tutta la notte e poi giovedì non ci credevo. Pensavo fosse un sogno, invece, mi sono ritrovato dentro la Ferrari, ho visto subito il grandissimo calore dei meccanici e degli ingegneri. Mi sono messo subito a disposizione ho fatto simulatore, riunioni con gli ingegneri e ho provato il sedile".

"Chi ho chiamato - conclude Fisichella - quando ho firmato? Mio papà, che è il mio primo tifoso e che aspettava impaziente la notizia. Lui mi chiedeva, ma io non potevo dargli conferme fin quando non mi chiamava nessuno anche se c'erano molti rumors e speculazioni".

Ma ora c’è da correre, e tutti speriamo che oltre al suo sogno realizzato ci sia spazio anche per quello di tanti italiani, vedere un pilota tricolore cantare l’inno dal gradino più alto del podio.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017