Excite

Flavia Pennetta si racconta: “Voglio fare la mamma”

Flavia Pennetta, dopo l’ultima strepitosa vittoria contro la russa Vera Zvonareva agli Us Open, si racconta in un’intervista rilasciata ai giornalisti direttamente da Flushing Meadows, dove oggi si riposa prima del grande incontro con Serena Williams, incontro che potrebbe permetterle di raggiungere la semifinale.

Guarda le foto più sexy di Flavia Pennetta

Oggi solo un allenamento veloce con l’allenatore, Gabriel Urpi, prima di incontrare i giornalisti e raccontare come sta vivendo questo momento tra la russa appena battuta e l’americana, tosta, che verrà: "Non preoccupatevi – comincia così, tranquillizzando tutti - la schiena non mi fa più male; ho ancora 24 ore di tempo per lavorarci. Sono sicura che andrò in campo contro Serena pronta a dare il 110%. Ho dormito benissimo, come fossi in pace con me stessa e con il resto del mondo. Ho mangiato un piatto di pasta a mezzanotte, poi ho fatto i trattamenti e sono andata a letto verso le una. E' difficile dire cosa si prova; sono felice, sono tranquilla, il torneo non è ancora finito e quindi è presto per i bilanci".

Tutti quanti si aspettano di vederla battere la Williams, un ostacolo che, se superato, porterebbe nella fase finale di questo Grande Slam, ed arrivarci per la brindisina sarebbe un sogno: "Qualsiasi giocatrice di un certo livello - continua Flavia - crede sempre di poter entrare in campo e battere Serena o Venus o le più forti. E credo di potermi giocare l'incontro alla pari. Se non fosse piovuto a Miami nel 2008 avrei sicuramente vinto. Qui sarà più difficile ma io ci proverò in tutte le maniere".

Flavia ora è tra le dieci più forti al mondo, ed improvvisamente è divenatta anche un modello, un esempio, specie per i più giovani che si approcciano a questo sport: "Spero di essere d'esempio per le giovani perchè io mi considero una persona normale. Ho talento perchè altrimenti non avrei potuto giocare a tennis, ma per il fisico e la forza sono dietro a tante giocatrici più potenti, più alte, più muscolose, più tutto. Ho lavorato tanto per migliorarmi, per crescere, per arrivare dove sono. Mi hanno sempre insegnato che il lavoro paga, che se lavori prima o poi arrivano anche i risultati. Mi hanno sempre insegnato di stare lì, pronta a prendere e sfruttare qualsiasi errore. Le cose nella vita girano sempre per molti versi, devi solo aspettare il tuo turno. Voglio essere la migliore tennista italiana di sempre. Ho ancora tre, quattro anni per dimostrarlo. E dopo? Dopo basta tennis, voglio diventare mamma perchè adoro stare con i bambini e troverò un marito che lavora per me. E' una vita che corro dietro alle palline, che sudo, che fatico. Poi toccherà ad un altro".

E dopo la vittoria contro Vera? "Appena ho riacceso il cellulare dopo la vittoria, ne ho ricevuti una cinquantina. Poi ancora una valanga; non faccio a tempo a rispondere a tutti. Ammiratori compresi? Certo, ma l'amore non mi manca". La domanda è poi ovvia… Come è possibile che una ragazza così bella non abbia un fidanzato dopo la fine della storia con Carlos Moya, dall'estate del 2007?: "No comment, quando sarà il momento sarete i primi o gli ultimi a saperlo".

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017