Excite

Formula 1 2013, la Ferrari è pronta: sarà presentata il 2 febbraio?

  • Facebook

Si spera che le cose non vadano come l'anno scorso, quando la presentazione della F2012 fu sospesa a causa di una improvvisa nevicata che si abbatté su Maranello, climax dei cosiddetti "giorni della merla", considerati i più freddi dell'anno. La Ferrari incrocia le dita e prepara per il 2 febbraio, secondo quanto fa trapelare il magazine "Autosprint", il vernissage di quella che è nota al momento con il nome in codice di 664 (potrebbe chiamarsi F2013 o F1 2013), ovvero la monoposto che nel 2013 dovrà fare da volano alla voglia di rivincita di Alonso e Massa.

Gli uomini Ferrari raccontano la stagione 2012, il video

La notizia è stata confermata anche dal quotidiano spagnolo Marca. Ma è tutta la Formula 1 che è in fibrillazione. Il 5 febbraio a Jerez sarà tolto il velo alla Williams FW35 e alla Toro Rossi STR8. In ritardo appare la Red Bull. "L'anno scorso ci siamo concentrati sullo sviluppo della RB8, ciò ha inevitabilmente compromesso il lavoro sulla RB 9, dobbiamo recuperare il tempo perduto", ha dichiarato Adrian Newey.

In casa Ferrari, invece, si respira fiducia.Ecco quanto ha dichiarato Stefano Domenicali al sito ufficiale: "Ormai da diversi mesi abbiamo iniziato un programma di riorganizzazione e di introduzione di nuove metodologie, soprattutto nell’area della galleria del vento. Come sapete, stiamo ristrutturando l’impianto di Maranello che sarà chiuso fino al prossimo mese di agosto: fino ad allora utilizzeremo la galleria della Toyota, a Colonia".

La ristrutturazione organizzativa ha riguardato non solo i mezzi, ma anche gli uomini: "Abbiamo suddiviso meglio i compiti fra chi si deve occupare della gestione della galleria e chi deve concentrarsi di più sulla fase creativa. Abbiamo visto quest’anno che, quando si fanno troppe cose insieme, forse non si riesce ad essere abbastanza efficaci. Per quanto riguarda la progettazione, abbiamo deciso, anche in considerazione del compito particolare che ci aspetta nel 2013, quando avremo un progetto completamente nuovo da portare avanti, di avere due coordinatori: Simone Resta, un ingegnere che è cresciuto a Maranello ed è molto valido, sulla vettura 2013 e Fabio Montecchi su quella dell’anno successivo. Nikolas Tombazis mantiene il ruolo di Chief Designer".

"Bisognerà cercare di andare al limite massimo del regolamento tecnico" ha aggiunto Montezemolo "mantenendo i punti di forza di quest’anno, anzi migliorandoli ancora perché gli altri non staranno fermi con le mani in mano, certo non sforando nel doping, come accadde nel 2009 col doppio diffusore. Però dobbiamo avere un approccio diverso, più creativo".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018