Excite

Formula 1 2014, Alonso: "Ferrari F14 T, incubo in Malesia". Villeneuve: "Fernando sta distruggendo Raikkonen"

  • Getty Images

"In Malesia è stato un incubo", Fernando Alonso non usa mezzi termini per commentare il quarto posto ottenuto alla fine del Gp della Malesia, seconda tappa della Formula 1 2014. "La Ferrari non è stata competiva, sono stato lento per tutta la corsa".

"Dopo le qualifiche", le parole del driver spagnolo "credevo di poter essere sullo stesso piano della Red Bull, non certo della Mercedes, ma contavo almeno di poter essere all'altezza di Vettel, invece non è andata così, sono deluso".

GP CINA E SPAGNA - Difficilmente le difficoltà della Ferrari potranno essere superate nei prossimi Gp. "In questa fase della stagione il calendario è fitto e non consente ai team di fare qualcosa sulle monoposto. Ora ci sarà il Gp del Bahrain, ma contiamo di poter intervenire in vista dei Gp di Cina (18-20 aprile, ndr) e Spagna (9-11 maggio, ndr)", commenta lo spagnolo "Faremo di tutto per poter arrivare allo stesso livello di Mercedes e Red Bull".

DOMENICALI - Anche il team principa Stefano Domenicali non ha nascosto la delusione per l'andamento del gran premio della Malesia, dove le tigri sono state le due Mercedes, imprendibili.

"Questa corsa ci ha fatto capire il passo di gara delle monoposto di Hamilton e Rosberg, hanno condotto il gp dal primo all'ultimo giro. Noi dobbiamo mettere in fila i problemi e risolverli. Per la Ferrari non è più il momento delle parole, è ora di passare ai fatti".

VILLENEUVE - Jacques Villeneuve (campione del mondo nel 1997) ipotizza che fra Fernando Alonso e Kimi Raikkonen possa esserci in atto una sorta di guerra psicologica.

"In queste prime tre gare della stagione Fernando Alonso farà in modo che la squadra si stringa intorno a lui, isolando quindi Kimi. Vuole distruggerlo psicologicamente" le parole rilasciate dall'ex driver canadese, figlio del compianto Gilles, nel corso di una intervista rilasciata al magazine tedesco Sport Bild.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019