Excite

Formula 1, Ferrari: "Alonso e il Drs? Primo guasto in tre anni!"

  • Getty Images

C'è stata anche un pizzico di sfortuna nella prestazione di Fernando Alonso in Bahrain, quella che ha fruttato un magro ottavo posto. Sì, perché se a rompersi è un pezzo meccanico, segnatamente il Drs, che in tre anni non ha dato mai e poi mai problemi, beh vuol dire che la dea bendata ha rivolto altrove la sua benevola attenzione.

"Si tratta del primo problema del genere riscontrato dal 2011, da quando il Drs è stato inserito nei regolamenti", fa sapere la Ferrari "Non si tratta di un guasto che ci preoccupa molto, perché facilmente risolvibile nel breve termine, ma impone una riflessione sulla affidabilità dell'F138: l'attenzione deve essere sempre massima per evitare di incappare in futuro in eventi simili".

DRS, COSA E' - Il Drs (drag reduction system) è un un flap regolabile posto sull'ala posteriore. Il dispositivo, azionato dal pilota, quando aperto è in grado di diminuire la resistenza aerodinamica, in modo da aumentare sensibilmente la velocità nei punti della pista più congeniali.

ALONSO - "Se non puoi aprire il Drs sorpassare diventa davvero impossibile", è il commento di Fernando Alonso. "Si è trattato di un episodio davvero sfortunato, non ci era mai capitato. In Bahrain ha vinto Vettel, ma con noi davanti la sua gara sarebbe stata molto più problmatica".

RED BULL - Intanto, Helmut Marko punge la Ferrari e indica quelo che ai suoi occhi è il vero avversario della scuderia austriaca, la Lotus. Ecco quanto ha dichiarato al quotidiano austriaco Kleine Zeitung.

"Attualmente temiamo più la Lotus che la Ferrari. Sapevamo ormai da tempo che sarebbero stati loro i concorrenti più in grado di darci problemi", ha affermato Marko.

"I risultati della Lotus per noi sono davvero molto sorprendenti, non sappiamo neanche noi come facciano ad andare così veloci. E' anche vero, però, che sono stati disputati solo quattro gran premi e che tante cose possono ancora cambiare".

E proprio dalla Lotus potrebbe arrivare un innesto importante per la prossima stagione, Kimi Raikkonen. Marko non si sottrae al quesito, ma pigia il piede sul freno: "La Red Bull è abituata a prendere le decisioni sui piloti non prima dell'agosto di ogni anno, andrà così anche in questa stagione".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018