Excite

Formula 1 Gp India e Motogp Phillip Island: un weekend all'insegna dei motori

  • Facebook

India e Australia ospitano tappe decisive per il campionato di Formula 1 e Motogp. Stamane sono partite le prove libere sia al Buddh International Circuit di New Dehli, che a Phillip Island.

Pirelli e il gp d'India. Il video

In India Vettel è stato il più veloce. Il pilota della red Bull ha chiuso in 1'26"221, precedendo il compagno di squadra Webber "fermo" a 1'26'339. Il ferrarista Fernando Alonso ha ottenuto il terzo tempo con (1'26"820). Quarto Nico Rosberg (Mercedes), quindi il finlandese Kimi Raikkonen (Lotus) e il britannico Lewis Hamilton. Felipe Massa è solo 15/o (1'28"296), uscito di pista senza conseguenze.

Fernando Alonso, all'inseguimento di Vettel in classifica generale, è fiducioso. Tocca recuperare 4 punti e le Red Bull sembrano più in palla rispetto alle Rosse, ma lo spagnolo non dispera.

"Se ci avessero offerto questa situazione a febbraio" dichiara l'asturiano al sito ufficiale della casa di Maranello "avremmo subito messo la firma. E anche a luglio, agosto o settembre, avremmo messo la firma. Siamo nella condizione di lottare per il campionato fino alla fine".

"E' vero che nelle ultime gare la Red Bull è stata molto forte e veloce, ma abbiamo visto durante tutto l'anno come ci siano stati alti e bassi per tutti, dobbiamo quindi migliorare la nostra situazione e il nostro livello di competitività e provare a prenderli. Per quanto riguarda la mia motivazione, mai stata così alta, ma non riguarda solo me, tutta la squadra è molto motivata, tutto il team vuole questo campionato. Abbiamo lottato tutto l'anno con la nostra monoposto, specialmente nella prima parte della stagione, e adesso che mancano quattro gare alle fine andiamo all'attacco per l'ultimo mese, con tutta la squadra concentrata".

In Australia prosegue il testa a testa tra Lorenzo e Pedrosa. I due spagnoli,però, devono fare i conti con Casey Stoner, che nonostante una caviglia ancora dolorante, sta facendo vedere i sorci verdi ai due piloti spagnoli in lotta per il titolo.

La spensieratezza di chi non ha nulla da perdere (il 26enne australiano lascerà a fine stagione la Motogp) pare stia dando una grossa mano al campione, capace di dare quasi 1" a Dani e Jorge, rispettivamente secondo e terzo. Più indietro Valentino Rossi, staccato di 2" e ottavo.

Nonostante le cose gli sorridano inpista, Stoner resta preoccupato per le condizioni della caviglia destra. "Purtroppo" ammette "invece di migliorare, la caviglia mi fa male sempre di più, per questo devo guidare cercando dinon pensarci troppo".

Soddisfatto Rossi: "Bradl e Bautista non sono così lontani. Stiamo facendo un buon lavoro. Abbiamo migliorato il set-up, ho anche fatto qualche buon giro con la gomma usata, un segnale importante. Vedremo come ndranno le cose nelle qualifiche, poi decideremo anche qualche gomma usare".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019