Excite

Formula 1, Rivoluzione in atto

La Formula 1 sta cercando in tutti i modi di far fronte alla crisi, e così di punto in bianco ecco spuntare ogni giorno un’idea per ridurre i costi, aumentare lo spettacolo, rendere tutti più partecipi. Certo che in tutto questo caos dell’ultimo minuto alle volte è difficile rimanere aggiornati, cerchiamo quindi di mettere un po’ di ordine e capire quali saranno le novità di quest’anno e quali quelle future.

Innanzitutto la stagione 2009 che sta per cominciare, due le novità che sono state presentate questa mattina dai costruttori alla Fota, l'Associazione dei team di Formula Uno. Innanzitutto un nuovo sistema di assegnazione dei punti nei Gran Premi, spinta molto da Ecclestone, che prevede l’assegnazione di 12 punti invece che 10 al vincitore del Gp, 9 punti al secondo e 7 al terzo, mentre tutto invariato per le posizioni dal quarto all'ottavo posto, cioè 5, 4, 3, 2 e 1. Tutto questo a vantaggio dello spettacolo, infatti aumentando i punti di distacco sarebbe più difficile vedere qualche pilota “accontentarsi” del secondo posto invece che tentare l’affondo "Il pubblico – sottolinea Martin Whitmarsh, boss della McLaren - vuole un maggior riconoscimento per chi vince un Gran Premio e la nostra proposta va in questo senso".

Altre idee per il 2009, ben inteso a patto sempre che venga approvata dal Consiglio Mondiale della Fia, sono quelle di, innanzitutto, rendere pubblico il carico di benzina delle monoposto prima della partenza, mentre sempre nell’ottica della riduzione dei costi si sono trovati degli accordi riguardo l’utilizzo di alcune aree, come quella della galleria del vento che ai team sarà consentito di usare il 60 per cento dei modelli, con velocità massima fissata a 50 metri al secondo. "Useremo solo otto motori per pilota - annuncia Mario Theissen, boss della Bmw - allungheremo la vita dei motori stessi e ridurremo i test e i costi delle gare in modo drastico". E per il 2010 ci saranno ulteriori riduzioni. "Per quanto riguarda l'aspetto aerodinamico - continua Theissen - c'è un accordo sul livello dello sviluppo che sarà dimezzato rispetto a quello del 2009".

Ma anche per il 2010 ci sono importanti novità in vista, la prima e senza dubbio più interessante è la proposta di accorciare i Gran Premi, massimo 250 chilometri o una durata massima di un'ora e 40 minuti, ma non solo questo, per la stagione 2010 ci sarà da aspettarsi una maggiore trasparenza sui dati delle prestazioni forniti al pubblico e ancora punti per il Mondiale costruttori sulla base dei pit-stop più veloci.

E non è ancora finita, infatti tra il 2010 ed il 2012 sarà bloccato lo sviluppo di tutti i cambi, con quattro scatole per i cambi acquistabile ad un milione e mezzo ciascuna e a disposizione dei piloti per ogni stagione e freni omologati per tutti: sempre per il 2010 la Fota punta su un sistema Kers unico per tutti.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017