Excite

Formula Uno, Ferrari. Montezemolo: "Ecclestone? Anziani incompatibili con certi ruoli"

  • Getty Images

Bisogna avere rispetto per le persone molto anziane, soprattutto quando non riescono più a controllare le parole. Certo, spesso, l'anzianità è incompatibile con certi ruoli e responsabilità”. Ha detto la sua senza troppi mezzi termini il presidente della Ferrari, Luca di Montezemolo, parlando di Bernie Ecclestone che nei giorni scorsi aveva criticato la casa di Maranello per la richiesta di chiarimentialla Fia sul presunto sorpasso irregolare di Sebastian Vettel nell'ultima e decisiva gara in Brasile.

Foto: trentamila tifosi a Valencia per la festa della Ferrari

Il boss del circus aveva definito il comportamento della rossa “non da Ferrari” aggiungendo “It's a Joke” (“E' uno scherzo”). “Ci sono cose che non vanno bene in Formula Uno, ed è il momento di risolverlo nelle sedi competenti - ha aggiunto Montezemolo nel corso della una conferenza stampa a Valencia durante le finali del Ferrari Challenge - L'aerodinamica non ha più niente a che fare con la ricerca automobilistica. Non è possibile che la Formula 1 non trasferisca più tecnologia alle nostre vetture di serie. Non solo, non si può concepire ancora una Formula 1 in cui non si fanno prove e test in pista. Lo diremo nelle sedi competenti. La nostra pazienza ha raggiunto il limite. Se ne facciano una ragione. Noi siamo costruttori, non siamo sponsor, non mi sta più bene questa storia. È una barzelletta, it's a joke, come direbbe Ecclestone”.

Giornata da protagonista anche per Fernando Alonso che è tornato a parlare della sua annata. “Per essere un grande in Formula Uno non basta vincere i titoli, serve anche disputare delle stagioni come quella che si è appena conclusa. È stata un'annata fantastica, la migliore della mia carriera”, ha detto lo spagnolo della Ferrari. “Il mio terzo Mondiale è sfumato per poco e nonostante tutto sono cresciuto come pilota e come persona – ha assicurato -Prima di arrivare alla Ferrari la gente aveva un'opinione più o meno buona di me, ora noto un altro tipo di rispetto – e ha aggiunto - Vincere il Mondiale il prossimo anno? Dipenderà dalla competitività della macchina e da tanti altri fattori, ma di certo voglio conquistare il titolo e affronterò il prossimo triennio con sensazioni molto buone”.

Anche se non ho i titoli di Fangio e Schumacher mi considero uno dei più grandi della F1”, ha concluso Alonso. Sorride anche Felipe Massa, protagonista di un buon finale di stagione. “All'inizio dell'anno non immaginavo che la Ferrari decidesse dopo agosto il pilota e sicuramente il problema per me è stato molto più grande prima che dopo – ha spiegato il brasiliano - Ma di problemi ne ho sempre avuti e da quando sono in Ferrari sono state scritte tante cose non vere. Ogni anno ci sono piloti che vogliono prendere il mio posto e forse prima di agosto ho sentito la pressione. Ma poi ho pensato solo ad entrare in macchina per divertirmi e così sono tornato ad essere competitivo. Adesso mi sento molto forte per l'anno prossimo e questo è positivo sia per la Ferrari sia per il mio futuro”.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018