Excite

Gilbert si prende a forza il Giro del Piemonte

Una delle classiche d’Italia è il Giro del Piemonte che quest’anno con i suoi 194 km è arrivato alla sua 96/a edizione: da Cossato (Biella) e Cherasco (Cuneo) quest’anno la gara se l’è aggiudicata il belga Philippe Gilbert, capitano della Omega Pharma-Lotto, che si è piazzato davanti a Leonardo Bertagnolli e Matti Breschel (che solo una settimana fa aveva vinto l’argento ai Mondiali di ciclismo australiani), mentre per Filippo Pozzato replica del quarto posto ottenuto al Mondiale e doppia amarezza.

Ho rotto la bici prima della penultima salita e sono rimasto dietro. Sono rientrato bene poi, nel finale, non avevo una grandissima gamba. Comunque Gilbert ha dimostrato di essere superiore a tutti in questo momento – ha raccontato un abbacchiato Pozzato all’arrivo - Ho raccolto forse poco, ma ho avuto anche un pò di sfortuna: alle classiche stavo bene e mi sono ammalato. L'importante è però aver dimostrato di essere sempre competitivo e al Mondiale ho capito quali sono le mie potenzialità’.

Per Gilbert questo è il secondo successo di fila in questa corsa, una vittoria arrivata all’ultimo chilometro dopo un bello scatto, non appena i due fuggitivi, Dyachenko-Gusev, sono stati ripresi. Ma non è tutto. Infatti il momento che segnato la gara è stato sicuramente intorno al 30° km quando un gruppo di corridori in fuga, Solari, Pujol, Gallopin, Colbrelli, De Marchi e Favilli hanno sbagliato l’uscita di una rotonda perdendo tutto il vantaggio accumulato sul gruppo… era un po’ che non si vedeva una scena così.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019