Excite

Giro d'Italia 2015: cronosquadre alla Orica GreenEdge, Simon Gerrans maglia rosa

  • Getty Images

E’ cominciato secondo pronostico il Giro d’Italia edizione 2015. La novantottesima della più grande corsa ciclistica a tappe d’Italia. La prima maglia Rosa è dell’australiano Simon Gerrans che sul lungomare di Sanremosi è già imposto tre anni fa nella classicissima di fine inverno. Questa volta Gerrans deve ringraziare la prestazione a cronometro della sua squadra l’Orica GreenEdge che si è aggiudicata la cronosquadre davanti alla Tinkoff-Saxo e l’Astana.

Il tempo della squadra vincitrice è stato di diciannove minuti e ventisei secondi con una media oraria di poco superiore ai cinquantaquattro chilometri. Gerrans, trentaquattro anni e una bella carriera da professionista alle spalle, non è di sicuro uno dei favoriti per la vittoria finale. Si tratta di uno specialista delle classiche di un giorno o delle brevi corse a tappe. Non ha la squadra ne la tenuta per andare fino in fondo sulle grandi montagne.

Scopri il percorso del Giro d'Italia 2015

La Tinkoff-Saxo, arrivata a sette secondi dai vincitori, invece il discorso è completamente diverso. Il leader della squadra è Alberto Contador che, dopo la pesante squalifica per doping, è tra i favori per la vittoria finale. Lo spagnolo è una freccia a cronometro ed un ciclista che sulle grandi salite si difende molto bene. Resta da vedere quanto di questa sua forza risiedeva nel doping e quanto nelle sue qualità.

Guarda la premiazione della prima tappa del Giro d'Italia 2015

Subito dietro c’è l’Astana di Fabio Aru che potrebbe essere tra i protagonisti del Giro d’Italia se non avesse subito un po’ troppi infortuni. Di sicuro proverà a vendere cara la pelle quando la strada comincerà a salire. Più dietro ci sono Richie Porte e Rigoberto Uran con ritardi che si aggirano intorno ai venti secondi.

Leggi le news sul ciclismo

La tappa di domani, Albenga-Genova, 177 km è una tappa per velocisti o per qualche ipotetica fuga da lontano. Un buon riscaldamento prima di scatenare l’inferno a due ruote sulle strade di tutta Italia.

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017