Excite

Giro d'Italia, Santambrogio vince 14/a tappa, Nibali sempre più rosa

  • Getty Images

Un trionfo ma soprattutto un bel “regalo” a Vincenzo Nibali. Sulla salita del Jafferau ha trionfato Mauro Santambrogio. Il ciclista della Vini Fantini-Selle Italia è sbucato dalla nebbia chiudendo davanti a tutti la 14/a tappa del 96/o Giro d'Italia, modificata perché non c'erano le condizioni per scalare gli oltre 2 mila metri del Sestriere.

Nibali,secondo sul traguardo, ha conservato la maglia rosa e ha lanciato un segnale chiaro, preciso ai più immediati inseguitori nella classifica generale. Lui non molla e, se non dovesse accusare improvvisi crolli fisici o atletici, non si riesce a immaginare come e dove potrà perdere la maglia rosa.

È stata una tappa molto difficile: c'era solo la pioggia, tranne nel finale, quando è spuntato il nevischio- ha spiegato Nibali - Io padrone del Giro? La corsa è ancora lunga, oggi ho disputato una buona prova; ha vinto Santambrogio, che è riuscito a tenere le mie ruote. Io ho provato a fare una grande selezione, a guadagnare secondi. Comunque è stata una giornata dura per tutti. Sulla salita siamo partiti forte, con la Sky che voleva fare la corsa su Uran. Io conoscevo il tratto finale, ho fatto una grande progressione e solo Santambrogio mi ha tenuto. Sono contento di avere guadagnato secondi”.

Non me ne rendo ancora conto: sono partito nel finale con la neve, oggi ho avuto a disposizione squadra magnifica – ha raccontato ancora incredulo il vincitore di tappa -. Mi sono trovato davanti con Nibali ai -3 km, Vincenzo ha attaccato e io ho risposto, perché mi sentivo bene. Ho cercato di seguirlo e di dargli qualche cambio, siamo riusciti a chiudere sui fuggitivi, ce la siamo giocata noi due: vittoria a me e abbuono a lui. Bisogna essere in forma, per tenere la ruota di uno come Nibali: ho guadagnato anch'io qualche posizione in classifica, ma il mio obiettivo in questo Giro era di vincere una tappa. Missione compiuta”.

Adesso bisognerà capire dove si concluderà la 15/a tappa vista l'impossibilità di arrivare sulla vetta del Galibier).

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018