Excite

Golf, Lee Westwood torna il n°1 del mondo

Torna in cima alla classifica, dopo aver ceduto lo scettro di n°1 al mondo per 8 settimane al tedesco Martin Kaymer, Lee Westwood che nel giorno del suo 38° compleanno ha festeggiato vincendo l'Indonesian Masters dopo una bella sfida con Brandt Snedeker e Luke Donald.

Insomma con la caduta di Re Tiger dal trono c’è da dire la sfida si è accesa in maniera entusiasmante ed anche se Westwood vive con l’ansia di non aver ancora vinto un Major: infatti, nonostante lo scorso anno abbia incalzato Woods da vicino tutta la stagione, la sua posizione in classifica è stata costruita con la vittoria al Nedbank Golf Challenge e tanti buoni piazzamenti come i secondi posti al Masters di Augusta e al British Open.

Martin Kaymer, per 8 settimane il n°1 del mondo: le foto

Essere il numero 1 porta più responsabilità, e a volte è difficile conciliarle con gli allenamenti – racconta Westwood - l ranking mondiale e i major sono due cose completamente separate. Non sono ancora riuscito a vincere un major, ma spero centrare presto quell'obiettivo. Ho avuto tante opportunità, ma semplicemente non è ancora successo. La classifica mondiale invece premia la costanza e il riuscire a giocar bene una settimana sì e una no, cosa che mi riesce molto bene. Il segreto per essere il numero 1 è la costanza in tutte le componenti del tuo gioco. Ovviamente essere il numero 1 porta molte responsabilità in più, dal tempo trascorso con i media a quello con la gente, e a volte è difficile conciliare tutto questo con gli allenamenti’.

Tutto su Tiger Woods: le amanti, il ritorno, la caduta del campione

Ora si vola al Ballantine's Championship, tappa in Corea del Sud dello European Tour, e saràò òa prima volta in cui ci partecipa un n°1 del mondo: ‘Non sapevo che il numero 1 del mondo non avesse mai giocato qui: sarà un onore portare quel titolo. Ho tante aspettative per questo torneo: ho giocato bene la settimana scorsa, quindi ho molta fiducia. Non vedo l'ora di provare il percorso e capire se mi si addice’.

E allora staremo a vedere quanto reggerà prima che qualche goloso pretendente si faccia sotto… chissà che prima o poi quella posizione non riesca anche a parlare italiano.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020