Excite

Gp di Monza: tutti carichi, sfida tra Alonso ed Hamilton

Tempo di Gp d’Italia per la Formula 1, e come sempre si sa, i giorni prima della gara sono buoni per conferenze stampa e dichiarazioni puntualmente dimenticate quando si accendono i semafori del via, e così eccoci appunto alle parole pre-gara, con Alonso che si auto rilancia alla caccia del titolo.

Le cose – dice lo spagnolo - con le nuove regole sui punteggi, possono cambiare molto rapidamente. Il nostro obiettivo è fare sei gare al massimo: facciamo il nostro meglio e poi vediamo cosa succede. Le ultime chance di recuperare per noi sono Monza e Singapore. Domenica contiamo di andare sul podio: Monza è importante, dovremo essere più aggressivi e attaccare in modo da rosicchiare più punti possibili agli avversari’. Certo è che Alonso è sul filo del rasoio, un altro errore da principiante il popolo Ferrari non glielo perdonerebbe: ‘Ad ogni stagione che inizia si vuole diventare campioni e se non arrivi a quell'obiettivo sei dispiaciuto per te stesso e per il team, ma termini come fallimento o disastro non sono adatti. Questa stagione in Ferrari è incredibile, la migliore della mia vita e sono molto felice’.

C’è anche Massa che, si vede fomentato dal clima italico e tante bandiere Ferrari si lascia andare a dichiarazioni assurde: ‘Ho ancora la possibilità di vincere il campionato: vediamo quello che succede’. Perché assurde? Innanzitutto non ha ancora vinto una gara, e anche fosse primo la precedenza spetterebbe sempre ad Alonso, storia già vista: ‘Faremo il massimo per vincere la gara, speriamo che la macchina sia buona in modo da dare soddisfazione ai tifosi e vincere – conclude -. Sarebbe fantastico. La mia famiglia è italiana, ho il passaporto italiano e mi sento un pilota di casa. Inoltre ho ancora la possibilità di vincere il campionato vediamo quello che succederà’.

L’ultimo a parlare è il leader del Mondiale Lewis Hamilton: ‘Lo scorso anno sono stato costretto al ritiro a pochi giri dal termine dopo una bella gara, quest'anno voglio conquistare finalmente questa pista. Amo questo circuito e mi rendo conto che i miei tifosi in Italia aumentano di anno in anno. E vincere qui è molto importante per ogni pilota’. Infine una commento sulla questione degli ordini di scuderia che interessato la Ferrari: ‘Non ho proprio un commento sulla vicenda, ma questa cosa non ci tocca. Non abbiamo ordini di scuderia nel team ed è una cosa buona. Non mi aspetto un aiuto da Jenson e lui non se lo aspetta da me’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019