Excite

Gp di Roma, l’accordo c’è! Schumi? Mansell dice si!

Piace sempre di più il progetto del Gran Premio di F1 a Roma, e se nel maggio scorso il progetto era stato tracciato dall’architetto di fiducia di Bernie Ecclestone, tal Herman Tilke, oggi ci pensa l’organizzatore Maurizio Flammi a confermare che l’intesa per la creazione di questo nuovo circuito c’è, ed è sempre più concreta.

"L'accordo con il patron della Formula 1 Bernie Ecclestone per dar vita al GP di Roma è già stato fatto e firmato. Da definire - conferma Flammini - gli appositi iter delle amministrazioni locali". Ovviamente chi gongola più di tutti è il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il quale parla di un evento importantissimo per la città: "Che non sarebbe alternativo al GP a Monza, ma integrativo (?). Abbiamo calcolato che c'è un indotto di 1 miliardo di euro l'anno con questo evento e Roma ha bisogno di rinnovare la sua offerta turistica e attrattiva con qualcosa rivolto alle famiglie e ai giovani".

Intanto un accordo che ormai sembra essere in procinto di firma è quello tra la Mercedes Gp e Michael Schumacher: pare che manchi davvero poco all’ufficialità che dovrebbe arrivare non appena Schumi riuscirà a fare qualche test con la vettura (quella della Gp2), ma la notizia di oggi sono le prole di Nigel Mansell su questa vicenda: "L'età non è mai stata un problema per lui – ha detto il campione del mondo che vinse il titolo nel 1992 all’età di 39 anni - non è un fattore soprattutto quando sei professionale, convinto e concentrato".

"Michael ha esperienza e classe pazzesche - ha continuato l’inglese - la Mercedes farà il resto mettendogli a disposizione un gran pacchetto. Non avrà pressioni perché di titoli ne ha vinti abbastanza. Con poche corse riprenderà confidenza con la vettura e non sarei affatto sorpreso che di lì a poco si trovasse già in lotta per conquistare il suo ottavo titolo mondiale".

Foto: Repubblica.it – LaPresse

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017