Excite

Gp di Ungheria: capolavoro Webber, Alonso secondo

Non sono di certo mancate le emozioni nel Gp di Ungheria e c’è da dire che almeno questo è un punto a favore di uno sport che finalmente ritrova il brio della corsa e delle belle emozioni, complici anche alcuni piloti che non conoscono bene il regolamento ed altri che fanno finta di non conoscerlo.

Si perché mentre Mark Webber andava a vincere agilmente, la sua superiorità in questa gara è stata a dir poco imbarazzante grazie anche ad una macchina che volava, Vettel dietro di lui pensava bene di lasciare un vuoto tra lui ed il compagno di squadra per danneggiare Alonso dopo l’ingresso della safety car, cosa che gli è costata un giro lento ai box ed un sacco di secondi che alla fine, tra una lamentela e l’altra, comunque gli valgono il 3° posto.

Nel mezzo di questo podio Red Bull c’è Fernando Alonso capace di tenere il suo ritmo e lottare per il seconda piazza dato che Webber come si diceva era di un altro pianeta, ma Vettel no: e così lo spagnolo è bravo, specie nel finale, a farlo impazzire nel tenerlo dietro nonostante il pilotino della Red Bull le tenti tutte, cosa che gli costa anche un paio di escursioni fuori programma sull’erba.

4° posto per Felipe Massa che a sentirlo alla vigilia sembrava avesse dovuto spaccare il mondo, mentre fa una gara opaca e si piazza ai piedi del podio soprattutto perché di concorrenza non ce n’era dato che Jenson Button non và oltre l’8° posto ed Hamilton sparisce quasi subito dalla gara, come fa anche Nico Rosberg.

Il tutto mentre Schumacher lotta con Barrichello nelle ultime posizioni buone per i punti con manovre, soprattutto una, da bandiera nera: Schumi chiude Barrichello in rettilineo mentre stava per essere superato in maniera pericolosissima. La manovra gli è costata 10 posizioni nella griglia del prossimo Gp a Spa e ha fatto infuriare l'ex compagno in Ferrari: 'A me piace battagliare in modo pulito - dice Rubens - questo espisodio non lo è stato. Michael ha fatto una roba che si fa nei kart, se lui vuole andare in paradiso prima di me faccia pure. Io non ne ho voglia. E' stata la manovra più pericolosa mai subita da qualcuno'. La replica di Schumi: 'A me pare che gli fosse rimasto abbastanza spazio per passare, ma è altrettanto chiaro che volevo rendergli il sorpasso il più complicato possibile'.

Guarda il video della manovra killer di Schumi su Barrichello

Guarda la fotosequenza

Per il resto dietro a Massa a punti vanno Petrov, Hülkenberg, Pedro de la Rosa, Button, Kobayashi e Barrichello, mentre la classifica mondiale si accorcia ulteriormente con Alonso che sale a 141 punti: davanti a lui c’è Button a 147, Vettel a 151, Hamilton a 157 mentre il leader è Webber a 161. Tanti piloti in un fazzoletto ma per ora intanto la F1 và in ferie, l’appuntamento sarà con il Gp del Belgio.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019