Excite

Gran Premio Monte Carlo 2014: Rosberg prende tutto, Hamilton secondo, Alonso quarto

  • Getty Images

Nico Rosberg ha trionfato nel Gran Premio di Monaco di Formula 1 precedendo il compagno di squadra Lewis Hamilton. In realtà il pilota della Mercedes il sorpasso decisivo lo ha messo a segno durante le prove svoltesi ieri pomeriggio. Il circuito di Monte Carlo, di fatto, impedisce qualsiasi tipo di sorpasso a meno di un drammatico divario tecnologico tra le automobili in lizza. Rispetto alla griglia di partenza uscita ieri dalle qualifiche i cambiamenti sono minimi e tutti dovuti ad incidenti o rotture. Insomma un Gran Premio sostanzialmente noioso che non ci dice nulla sugli sviluppi futuri della lotta in casa Mercedes.

L’unico brivido di tutta la corsa lo regala Kimi Raikkonen che indovina una partenza incredibile recuperando due posizioni e mettendosi alle spalle del duo di testa. Rosberg ha una sola preoccupazione, non sbagliare per non regalare chance ad Hamilton. Alle spalle di Raikkonen c’è Ricciardo, poi Vettel ed Alonso. Il campione del mondo, però, va subito fuori gara. La Red Bull è di cristallo e nonostante diversi tentativi il tedesco deve rinunciare alla gara.

Rosberg conquista la pole con un trucco

Si procede incolonnati per diversi giri. Le Mercedes fanno gara a se. Raikkonen tiene dietro Ricciardo ed Alonso, pur avendo una macchina migliore di quella dell’australiano nulla può contro le strettissime curve del circuito monegasco. Ci si aspetta qualche sorpasso grazie alle soste ai box, ma l’unico imprevisto è firmato ancora una volta da Raikkonen che pensa bene di tamponare un doppiato. Il finlandese è costretto a tornare ai box ed a dare addio al podio, finirà dodicesimo.

Leggi le news su Rosberg nuovo leader del Mondiale di F1

A due terzi di gara dal box Mercedes segnalano problemi di consumo per Rosberg che deve cambiare ritmo di gara. La cosa, purtroppo per lo spettacolo, non muta le posizioni in gara. Hamilton capisce che non c’è nulla da fare e molla la presa portando a casa i punti del secondo posto. L’inglese alza al tal punto il piede dall’acceleratore che Ricciardo gli finirà praticamente a ridosso.

Alonso, ultimo pilota non doppiato, chiude al quarto posto una gara sostanzialmente anonima. La sensazione generale è che Hamilton sia più forte di Rosberg che con questa vittoria si è ripreso la testa del Mondiale. Sarà comunque una sfida tutta Mercedes fino alla fine, le altre sono distanti anni luce.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019