Excite

Hamilton elogia le Ferrari, Domenicali tocca ferro!

Il miglior tempo nell’ultima giornata di test l’ha fatto segnare lui, Lewis Hamilton, ma se gli chiedete cosa ne pensa del Mondiale che comincerà tra meno di 15 giorni, allora il campione del Mondo F1 del 2007 ha la sua teoria: ‘McLaren, Ferrari, Red Bull, Mercedes, Sauber e Force India sono i team più competitivi, ma al momento la Ferrari mi sembra la più veloce di tutte’.

Durante il primo giorno di test non ero particolarmente impressionato, non eravamo abbastanza veloci a confronto con la Ferrari. Ma – continua Hamilton - l'ultimo giorno abbiamo migliorato la macchina ed è stata una grande iniezione di fiducia’. In pista poi ce’era anche Schumi: ‘Un onore avere una simile leggenda in pista. Anche Alonso è pilota incredibile e ora che è alla Ferrari mi aspetto una battaglia dura e divertente’.

Eh sì, la Ferrari. Per Stefano Domenicali ormai ci siamo: ‘Sì siamo soddisfatti del lavoro svolto in queste quattro sessioni di prove’. Su Ferrari.com il team principal della Ferrari fa un’analisi di quello che è emerso da questi test: ‘siamo riusciti a completare tutto il programma che avevamo definito. Innanzitutto era importante raggiungere un buon livello di affidabilità e credo che su questo fronte possiamo dire di aver raggiunto l'obiettivo, anche se bisogna sempre mantenere una concentrazione assoluta e migliorare dove è possibile farlo’.

Va dato atto alla squadra di aver lavorato molto bene quest' inverno - prosegue - per prepararci nella maniera migliore e poter così sfruttare i soli 15 giorni di prove a disposizione. Con un periodo di test così limitato, perdere soltanto poche ore per un problema tecnico sarebbe stato davvero un peccato’. Per il resto però la macchina và che è un piacere: ‘Per quello che si è potuto vedere e considerate tutte le incognite relative ai test, ritengo che abbiamo dimostrato di poter essere competitivi con i migliori, sia come prestazione pura che sulla lunga distanza. Si tratta di un risultato importante, se pensiamo a come si era conclusa la stagione non più tardi di quattro mesi fa ad Abu Dhabi, per il quale abbiamo lavorato duramente in questi mesi. Ora dobbiamo continuare a spingere sullo sviluppo della F10, perchè questo sarà una delle chiavi di volta della stagione’.

Chi la spunterà in questo Mondiale è davvero difficile a dirsi, ma la Ferrari è forte, e questa è la cosa più importante: ‘Non sono abituato a fare pronostici ma è chiaro che si prospetta un campionato molto equilibrato, a differenza dello scorso anno - conclude Domenicali - Prima dei test si pensava che ci potessero essere quattro squadre in grado di lottare per il titolo ma, per quello che si è visto, ci sono altre vetture che possono essere molto competitive. Inoltre, ci sono ancora tanti nodi da sciogliere, come ad esempio il comportamento delle gomme alle alte temperature e la gestione della strategia di gara, tanto per citarne un paio. Con delle prestazioni così ravvicinate basterà una sbavatura per ritrovarsi magari fuori da Q3. Ciò significa che bisognerà cercare di lavorare sempre al massimo, su tutti i fronti: squadra, piloti, macchina’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017