Excite

I Lakers sono i campioni! 16° titolo Nba

La vendetta è un piatto che và consumato freddo, un piatto che per i Lakers oggi ha il sapore della vittoria! Dopo 7 estenuanti match il campionato Nba 2010 ha i suoi campioni, i Los Angeles Lakers, ancora una volta dopo il successo dell’anno scorso contro Orlando, la 16° totale ed il 5° per Kobe Bryant (23 punti e 15 rimbalzi) vera anima di questa squadra che naturalmente si è portato a casa anche il titolo di Mvp.

Una partitaccia in realtà, con percentuali scandalose, Lakers 32%, Boston 41% e tanti errori, ma era comprensibile dato il nervosismo che era più che evidente sul volto dei giocatori, prima quelli del Lakers sotto addirittura per 3/4 (14-23, 34-40, 53-57) e costretti a recuperare dopo aver persino toccato -13, ma piano piano la storia è cambiata e chi ha iniziato a soffrire sono stati Pierce e compagni che nel 4° periodo hanno evidentemente ceduto sia di testa che di gambe pagando tra le altre cose lo strapotere di Gasol (19 punti) sotto canestro e Ron Artest, tornato decisivo nel momento più importante della stagione con 20 punti e 5 rimbalzi.

Boston ce l’ha messa tutta e fino al terzo quarto era quasi impensabile che i Lakers riuscissero a recuperare ed invece poi è scattato qualcosa che ha fatto perdere la testa, ma comunque bisogna rendere onore a questi giocatori, in primis il capitano Paul Pierce (18 punti e 10 rimbalzi) che fa la solita partita di cuore e generosa, ma anche a Kevin Garnett (17 punti e 3 rimbalzi) e Rajon Rondo (14 punti, 8 rimbalzi, 10 assist) che non solo stasera ma per tutta la stagione hanno fatto vivere un lungo sogno al popolo dei Celtics.

Record nella vittoria anche per l'allenatore dei Lakers, Phil Jackson, che raggiunge è l'11/a vittoria del titolo Nba, bravo e fortunato perché comunque quando hai Bryant dalla tua tutto sembra un po’ più facile, ma nemmeno questo importa quando lo Staples Center esplode portando in trionfo i suoi campioni, consapevole che ancora una volta saranno loro a sbeffeggiare l’altra metà dell’America.

Onore ai vinti dal coach di Boston Doc Rivers: ‘Prima di tutto voglio fare i complimenti ai Lakers, e’ stata una serie fantastica, incredibilmente intensa. Non potrei essere più’ orgoglioso di questo gruppo. La sconfitta di questa sera credo sia figlia della nostra mancanza di centimetri, anche per via dell’infortunio di Perkins. Abbiamo concesso 23 rimbalzi offensivi e 30 punti nell’ultimo quarto. Con queste cifre non si possono battere i Lakers in una partita intensa e difensiva come questa’.

Ma le parole che tutti aspettano sono quelle di Bryant che lancia un messaggio chiaro a Shaquille O’Neil: ‘Questa per me e’ stata una partita davvero difficile, mi sentivo stanchissimo e più forzavo più sbagliavo. Per fortuna negli ultimi minuti le cose sono andate meglio. Vi devo confessare che vi ho mentito durante tutta la serie, per me battere i Celtics e’ qualcosa di straordinario. Conosco benissimo la storia di queste due squadre e la loro rivalità. Questa e’ stata la finale più fisica della mia carriera, Boston e’ una signora squadra, incredibilmente intelligente e ben allenata. Cosa significa questo successo per me da un punto di vista individuale? Adesso ho un titolo in più’ di Shaq. Lo sa anche lui, io non mi dimentico di nulla...’.

Foto. Nba.com

Guarda gli highlights della finale Nba Lakers-Boston

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019