Excite

I Maori si riprendono la Haka

Il Governo neozelandese difende a denti stretti i diritti dell’Haka, la danza di guerra tipica della tribù Maori, resa celebre dagli All Blacks, la nazionale neozelandese di rugby, che la utilizza all’inizio di ogni partita come rito propiziatorio.

E’ una battaglia a livello di sfruttamento dei diritti commerciali che le istituzioni del paese hanno riconosciuto di proprietà intellettuale alla tribù dei Maori appunto, che si sono visti arrivare un risarcimento di 63,72 milioni di dollari Usa e una parte del territorio distribuito tra la zona inferiore dell'isola settentrionale e quella superiore della meridionale.

La danza infatti ha origini storiche profondamente radicate nelle tradizioni di questo popolo che risalgono a oltre 160 anni fa, quando la danza Ka mate nacque per opera del capo guerriero Te Rauparaha della regione del Ngati Toa all'inizio del XIX secolo, dopo esser scampato alla morte mentre era inseguito dai suoi nemici.

L’Ngati Toa aveva già cercato negli anni di difendere questa danza tipica, che per il popolo della regione ha un valore profondo e radicato, e che molte volte era già stato sfruttato per campagne pubblicitari in tutto il mondo svilendone il suo profondo significato. Il punto critico si raggiunse nel 2006, quando la Fiat realizzò una campagna in cui delle donne ballavano la danza, per i Maori quasi un insulto, dato che la danza è consentita solo agli uomini, per non parlare del 2007, quando il ballo addirittura fu interpretato da dei biscotti allo zenzero a forma di omino.

Ora i Maori avranno la possibilità di gestire personalmente i diritti di sfruttamento della propria danza, solo il tempo ci mostrerà se saranno ancora così puri o se si faranno tentare anche loro dal “Dio denaro” .

Guarda l’Haka degli All Blacks

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017