Excite

In Corea Massa darà una mano, Webber e Vettel faccia a faccia

Differenti strategie per due scopi diversi. Iniziamo da casa Ferrari dove Felipe Massa dopo una stagione di proclami, alle soglie del Gp di Corea, mai battuto da nessuno prima d’ora, ha deciso che si comporterà da spalla, esattamente la spalla, speriamo non su cui piangere, di Fernando Alonso.

La cosa più importante sarà cercare di portare a casa il maggior numero di punti possibile per aiutare la scuderia nella lotta per entrambi i titoli – ha confermato il brasiliano - Prima di tutto voglio qualificarmi bene il sabato per poi poter essere la domenica insieme ai piloti che lottano per il titolo: è la cosa migliore che possa fare per aiutare la Ferrari e Fernando ora che ci avviciniamo alla fine della stagione’.

Si perché a 3 gare dalla fine Massa non ha più traguardi personali a cui ambire, mentre Alonso con 206 punti, è staccato di 14 lunghezze dal leader, l'australiano Mark Webber e a pari punti con Vettel, contando poi il Mondiale costruttori la Ferrari sta a 334 punti, 3° dietro a Red Bull, saldamente al comando con 426 punti e McLaren. ‘Il Gran Premio di Corea – conclude il brasiliano - chiude un trittico di gare in Estremo Oriente e sarebbe bello arrivare in Brasile, alla mia gara di casa, con un bel risultato in tasca. So bene che tutti nella squadra, a casa e in pista, sono determinatissimi per questo finale di stagione ed io lo sono altrettanto, pronto a dare il mio contributo’.

Tutto un altro discorso in casa Red Bull dove i due piloti sono autorizzati a farsi letteralmente la guerra dal patron Mateschitz che all'agenzia tedesca Dpa ha detto: ‘Saremmo felicissimi se vincessimo il Mondiale piloti, entrambi i ragazzi lo meriterebbero. Sebastian sembra avere un lieve vantaggio in termini di velocità. Vedremo se il vantaggio di Mark in classifica sarà sufficiente per vincere il titolo. Entrambi hanno bisogno dell'altro per diventare campioni del mondo - ha poi concluso - e devono sapere che guidano per una squadra e per il Mondiale costruttori. Sulla carta siamo favoriti. Ma non si possono mai escludere problemi tecnici o incidenti, provocati magari da altri. Non ci serve la fortuna, piuttosto, dobbiamo evitare di avere sfortuna’.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019