Excite

In Ungheria vince Hamilton, ma la testa è con Massa

Il Gp di Ungheria si è concluso, e nonostante il velo di tristezza che ha caratterizzato tutta la giornata a causa dello shock che ha provocato la quasi tragedia che ha coinvolto Massa durante le prove, la gara si è corsa, e la Ferrari ha pure centrato un podio con Kimi Raikkonen.

Guarda il video con il terribile incidente di Massa

Una giornata strana, quasi un tuffo nel passato, con Alonso che parte dalla pole, Hamilton che recupera e addirittura vince un Gran Premio, lui campione del mondo che, a causa di tutti i guai che ben conosciamo, quest’anno era ancora rimasto all’asciutto, e Raikkonen che centra il secondo posto, amaro a dir la verità perché la testa è li, sempre con Massa, ma comunque importante.

Dal box Ferrari un solo messaggio “Forza Felipe, siamo con te”, un messaggio al quale si aggiunge un po’ di sollievo quando dalla clinica arriva la notizia che quantomeno non ci sono gravi lesioni celebrali, anche se la situazione è troppo incerta per essere tranquilli.

Per quanto riguarda la gara va tutto bene se non che per lo spavento che ci fa prendereAlonso quando gli si stacca una ruota, e la mente per un secondo è li a Massa e tutti pensano “State attenti”, ma per fortuna nessuno si fa male, tranne la Renault e lo stesso Fernando, entrambi squalificati per negligenza nella sistemazione del paracerchio aerodinamico, decisione pesante arrivata anche a seguito di quanto successo una settimana fa a Brands Hatch, quando una ruota vagante ha colpito e ucciso Henry Surtees in una gara di F.2. Terzo al traguardo Max Webber che fa una buona gara e guadagna qual cosina sul leader del Mondiale Jenson Button, che va male e chiude settimo sulla sua Brawn Gp; dietro a Webber c’è la quarta posizione per la Williams di Nico Rosberg davanti alla McLaren di Heikki Kovalainen e alla Toyota di Timo Glock.

I calcoli è quindi giusto farli, perché una gara così qualcosa fa scattare: la Brawn è ancora prima, ma in casa Red Bull, con il ritiro di Vettel, il nome del pretendente allo sprint finale per il titolo ora è emerso, è quello di Webber, che con i suoi 51,5 punti non è poi così lontano dai 70 di Button. Ma per oggi va bene così…il pensiero in testa è solo uno e dal box Ferrari oggi ci ricordano che non conta nient’altro: “Forza Felipe, siamo con te”!

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017