Excite

La Ferrari è affidabile. La Spagna invece bacchetta Massa

Appurata che è veloce ora è anche affidabile. A darne conferma è il secondo giorno dei test a Jerez della Frontera dove, nonostante il tempo sia stato bruttino un po’ tutto il giorno con schiarite verso la fine dove si sono registrati i tempi migliori, Fernando Alonso ha lavorato sullo sviluppo della vettura completando 129 giri con il miglior tempo personale di 1'21’’424.

Ottimo test per verificare le tenuta della nuova auto ha mostrato di essere resistente oltre che veloce, quello lo aveva già fatto vedere a Valencia, una dote che almeno ora è verificata. Per quanto riguarda il resto delle vetture il miglior tempo è stato piazzato da Kamui Kobayashi che ha fermato il cronometro sull’1'19’’50 davanti alla Toro Rosso di Sebastien Buemi e la McLaren di Jenson Button. Sesto tempo per Michael Schumacher che si piazza proprio davanti ad Alonso.

Intanto i quotidiani spagnolo non hanno risparmiato le prime stoccate a Felipe Massa dopo alcune dichiarazioni su Alonso che non sono passate inosservate. Felipe infatti in alcune interviste aveva parlato dell’amatissimo campione iberico, dicendo che: ‘Fernando è uno dei migliori piloti del circuito, però non il migliore perché ora è tornato Schumacher – e ha poi continuato - Alonso è un gran pilota, ha grande potenziale. Però arriva in una squadra nuova che ha già la sua direzione e la sua forma di lavorare: dovrà lavorare secondo lo stile della squadra, visto che le cose non cambieranno per lui. Senza dubbio questa è una cosa che dovrà imparare’. Guai a parlare male di Alonso in Spagna e così il Mundo Deportivo ha dedicato a Felipe la stessa frase con la quale re Juan Carlos zittì il premier venezuelano Chavez: ‘Por qué no te callas?’, ‘Perché non taci?’. Cominciamo bene…

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017