Excite

La fiaccola olimpica è accesa, in viaggio per Vancouver

113 giorni alle Olimpiadi di Vancouver ed oggi la fiaccola è stata infine nuovamente accesa ad Olimpia, in Grecia. Bel tempo e un sole ancora caldo hanno fatto si che sia stato possibile seguire in pieno la tradizione olimpica: posta infatti la fiaccola in uno specchio parabolico concavo in grado di concentrare i raggi del sole, come sempre, la fiaccola ha iniziato ad ardere, e con essa tutte le emozioni che porta con sé.

Comincia così il viaggio della fiaccola trasportata oggi dal primo tedoforo, lo sciatore Vassilis Dimitradis, cominciando così di fatto il suo viaggio che vedrà la fiaccola consegnata agli organizzatori delle Olimpiadi di Vancouver il 29 ottobre, pronta per essere sfoggiata per la durata di tutti i giochi che si svolgeranno dal 12 al 28 febbraio prossimo.

Il percorso in Canada prenderà poi il via effettivo il 30 ottobre a Vittoria, giorno in cui la fiaccola inizierà il suo viaggio di circa45.000 km fino all’ingresso al Place Stadium di Vancouver previsto per il 12 febbraio: durante il viaggio saranno ben 12.000 i tedofori impegnati nell’attraversata canadese e 189 le cerimonie pubbliche in suo onore.

Purtroppo niente staffetta internazionale a seguito degli episodi violenti che si sono verificati nel lungo viaggio verso Pechino l’anno passato, e la decisione del Cio questa volta è stata irrevocabile. Altrettanto irrevocabile è la decisione di usare il pugno duro con il doping, questa volta non si scherza: saranno effettuati 2.425 esami delle urine e del sangue, più del doppio rispetto a Torino nel 2006, il tutto coadiuvato da un team di scienziati e tecnici in grado di comunicare i risultati postivi degli esami in 72 ore al massimo. Quindi attenzione a tutti i furbetti e che la magia olimpica abbia inizio…

sport.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017