Excite

La forza di Cavendish. Petacchi bruciato

156 km di pianura quella che oggi ha portato il Giro d’Italia da Termoli a Teramo, una tappa dedicata ai velocisti e nella quale si è importo di potenza Mark Cavendish che, dopo la sconfitta di parma, si è rifatto nei confronti di Alessandro Petacchi, bruciato insieme Ventoso Ferrari ed Appollonio.

Le cronache delle tappe e gli aggiornamenti: tutto ciò che c’è da sapere sul Giro d’Italia 2011

Ecco le tappe del Giro d’Italia 2011

Ecco le squadre di Giro d’Italia 2011

Nulla di particolare da segnalare se non la fuga di tre uomini tra i quali c’era anche il giapponese Fumiyuki Beppu (Radioshack), ma sostanzialmente nulla è cambiato dopo questo che era uno degli ultimi arrivi dedicati ai velocisti con un live falsopiano di inclinazione al 4% che si è mostrato negli ultimi 2 km della tappa. Sempre in maglia rosa Alberto Contador che mantiene il suo margine sui diretti inseguitori, Nibali e Scarponi.

Ho perso perchè ho sbagliato - ammette Petacchi ai microfoni Rai -. Dopo il giorno di riposo io ed Hondo eravamo un po' imballati, e sono rimasto troppo presto al vento. Diciamo che a Cavendish ho tirato una bella volata, Hondo mi aveva detto, a 4-5 chilometri dalla fine, che non aveva grandi gambe ed io sono partito lungo, senza riuscire a stare alla ruota di Ventoso’. Tra lui ed il britannico comunque la polemica rimane dopo l’arrivo sull’Etna: ‘Non penso sia salito in macchina, e se ha avuto degli aiuti non mi interessa. Alla mattina mi guardo in faccia e sono sereno’.

Domani 11/a tappa, Tortoreto Lido-Castelfidardo, 144 km sugli Appennini senza un metro di pianura.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019