Excite

La pallanuoto da rifare, delude soprattutto il Settebello

Magre consolazioni per la pallanuoto, sia maschile che femminile. Il Settebello ha chiuso all’undicesimo posto battendo la Cina per 14-7, ma di sicuro questa vittoria è solo uno specchietto per le allodole, specie ripensando a quel gradino in cima al mondo che fino a qualche anno fa era nostro di diritto.

Un sacco di scuse sono state portate, infortuni e poca condizione in primis, ma la realtà dei fatti è che ci si aspettava di più soprattutto sul piano della grinta e poi del gioco, che sono emerse solo in parte e comunque non sono state sufficienti, ed i risultati parlano chiaro.

Un po’ meglio il Setterosa, forse anche perché intorno a loro c’era meno aspettativa e così il nono posto, arrivato battendo la Germania con una prova di carattere non indifferente tutto sommato non dispiace così tanto anche se, come sottolinea anche il ct Roberto Fiori, qualche rammarico rimane: "Il rammarico c'e' per la partita con l'Ungheria e per quella con la Grecia, ma la seconda e' stata una conseguenza. Qualcosa ci manca ancora: i ritmi, la scaltrezza, la preparazione, l'esperienza. Qualcos'altro lo abbiamo già : la voglia di lavorare, l'entusiasmo, la consapevolezza dei nostri mezzi, il gruppo. Sapevamo a cosa andavamo incontro".

Insomma dopo questi risultati per la pallanuoto è ora di ricominciare a lavorare per presentarsi preparati alle Olimpiadi di Londra 2012, che sono più vicine di quanto possa sembrare.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017