Excite

La Pellegrini copre il logo e la Jaked si arrabbia

La Jaked non ci sta e attacca Federica Pellegrini. Al centro della vicenda un dettaglio, ma quando il dettaglio è il nome della marca di costumi con la quale gareggi allora la storia cambia del tutto. Nel giorno infatti del suo strepitoso record nei 400sl Federica, per non fare un torto al suo sponsor, la Mizuno, ha coperto il simbolo della casa produttrice dei costumi sponsor della nazionale azzurra, ma d’altro canto gareggiare con Jaked è stata una sua scelta, e questo ha alzato ovviamente un polverone di polemiche.

Guarda le foto del nuovo record del mondo nei 400sl di Federica Pellegrini

"Non avrebbe dovuto oscurare il nostro marchio". Questo il messaggio rilasciato da Jaked in una nota a poche ora dal record mondiale di 4'00''21 ottenuto a Pescara. Il primato mondiale di Federica inorgoglisce l'Italia ma crea un mal di pancia in Jaked, sponsor azzurro – continua la Jaked che - si congratula con la campionessa veneta ma ricorda che se gareggia con un suo costume, dopo che a suo insindacabile giudizio ne era stata esentata, non può agire in questo modo.

"Federica Pellegrini ha nuotato indossando un costume Jaked pur essendo stata esonerata, è il caso di ribadirlo, da quest'obbligo alla vigilia del nuovo record. Ha inteso, però, cancellarne il marchio per non offendere il suo attuale sponsor (Mizuno, ndr), senza pensare che avrebbe potuto danneggiare Jaked con questa sua iniziativa".

Pare che la Jaked questa gliela lascerà passare, ma in futuro non sarà più così: "Indossi ciò che desidera. E' così forte e brava che in ogni caso si esprimerà al meglio. E' però opportuno ricordarle che se nuota con Jaked non può annullarne la presenza con iniziative unilaterali, tanto più che Jaked è, in ogni caso, lo sponsor ufficiale della Federazione Italiana Nuoto".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017