Excite

La Pellegrini è oro nei 200 sl! Dedica a Castagnetti

Federica, ancora e sempre lei! Questa volta piange la Pellegrini, si scompone, è felice e allo stesso tempo devastata. Già "tempo", come quello stampato sul cronometro degli Europei di nuoto in vasca corta di Istanbul, quel tempo che ancora una volta è un record del mondo, quel tempo che vale un oro.

Guarda le foto dell’oro nei 200 sl di Federica Pellegrini ai Mondiali di Roma

E lei alza gli occhi al cielo, come a dire ad Alberto Castegnetti, il suo allenatore scomparso qualche mese fa: “Hai visto ce l’ho fatta, era per te”. Ora, ancora oro, nei 200 metri stile libero, non lasciando nulla alle sue avversarie, lei prima in 1'51"17, a migliorare il già suo 1'51"85 stabilito a Rijeka il 14 dicembre 2008, lei prima ma un sempre un po’ sola: "Sono contentissima, sono lacrime di gioia: questa gara era per lui dall'inizio alla fine anche perché la forma non è il massimo, ma come lui mi insegnava bisogna vincere le gare quando si sta peggio perchè e più facile quando si sta meglio. Ma a me è mancato comunque qualcosa di importantissimo".

Guarda le immagini dei funerali di Alberto Castagnetti

"Io sono sempre la stessa, anche se c'è stato questo evento che mi ha scombussolato la vita. Io non ho mai pianto per felicità ma c'è sempre una prima volta – continua Federica - . 1'51"17, non c'è nessun rapporto con la vasca lunga ma da questo si capisce quanto poco mi sia allenata, prima per la morte di Alberto, poi per mia nonna. Tutto questo vale più del tempo fatto più di qualsiasi altra cosa!".

"Dimenticare non si può – conclude Federica -. Non si dimentica niente. Alberto è il mio alter ego, è sempre nella mia testa, perché quando mi parlava metteva sempre lo stesso disco, e lui mi parla ancora, gira nella mia testa. Io ricordo, non dimenticherò mai, anche se adesso abbiamo voltato pagina, se no non sarei riuscita a fare questo".

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017